Home / Tendenze / Iniziato lo smantellamento dell'ex ferrovia Fincantieri

Iniziato lo smantellamento dell'ex ferrovia Fincantieri

A Monfalcone, l'assessore all'ambiente Sabina Cauci annuncia la piantumazione di piante senza polline

Iniziato lo smantellamento dell\u0027ex ferrovia Fincantieri

Sembrava non dovesse mai arrivare il momento e, invece, è iniziata la dismissione dei i primi 167 metri di binari dell’ex ferrovia Fincantieri. Il tratto interessato è quello tra le vie Manlio, Aquileia e Isonzo. "Poiché si tratta di traversine in legno imbevute di sostanze catramose", come puntualizza l’assessore all’Ambiente Sabina Cauci, "il materiale di scarto verrà trattato come rifiuto speciale e smaltito secondo le procedure". Il sindaco ha intenzione di chiedere alla Regione il finanziamento per realizzare sull’intero sedime ferroviario che attraversa la città un percorso ciclabile: richiesta che sarà presentata in occasione della prossima legge di stabilità. Nel frattempo l’ente, come a suo tempo annunciato, ha provveduto a rimettere in ordine, sgomberando anche alcune baracche, la zona di 2mila metri quadrati, compresa tra le tre vie e che era in stato di abbandono, con la vegetazione che cresceva in modo disordinato. Nelle intenzioni del Comune dovrà essere riconvertito ora a “Parco del benessere”. Questo, spiega sempre Cauci, per la piantumazione di essenze e alberi senza pollini, pertanto pienamente accessibile anche da parte di chi soffre di allergie.

"Dunque non graminacee – ancora l’assessore –, bensì trifoglio, che tra l’altro eliminerà anche il problema dello sfalcio e non porterà grosso lavoro di manutenzione. Un’area verde che si presta a creare un piccolo roseto – prosegue Cauci – e custodire gli esemplari più antichi di rose presenti a Monfalcone: in questo i cittadini ci potrebbero dare una mano e lancio loro un appello". Nel giardino troveranno spazio anche panchine e alberi di alto fusto per creare zone d’ombra. Sarà posto un camminamento in terreno drenante naturale. Per quanto riguarda il tracciato ex ferroviario, varchi saranno aperti su via Manlio, Aquileia e Terenziana, oltre che su via Canaletto all’altezza di via degli Eusebi. Il tutto entro il prossimo 30 aprile: saranno infatti necessarie manutenzioni per appianare dei dislivelli sul terreno che potrebbero costituire un’insidia per il pedone. Infine, secondo quanto riferito dal consigliere delegato ai Lavori pubblici, Giuseppe Nicoli, verrà migliorato pure l’incrocio tra le vie Aquileia e Manlio, per consentire agli automobilisti di attraversare con maggior sicurezza lo snodo, discretamente trafficato.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

L'APPELLO

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori