Home / Viaggi / Cividale è sulla buona Strada

Cividale è sulla buona Strada

Presentata nella vetrina dei siti Unesco la proposta turistica della cittadina ducale e dei suoi dintorni

Cividale è sulla buona Strada

Era maggio quando Cividale entrò a far parte della Strada del Vino e Sapori Colli del Friuli. Da allora sono state numerose le iniziative di collaborazione tra la città ducale e uno dei più attivi enti del territorio nella promozione dell'enoturismo, come quella sancita durante la Tti Fiera Internazionale del Turismo di Rimini. L'ultima in termini di tempo è la partecipazione all'evento ‘Mirabilia - European Network of Unesco Sites’ a Matera. L'assessore comunale al Turismo Daniela Bernardi ha espresso tutto il suo entusiasmo per questa nuova opportunità.

“La partecipazione a Mirabilia – ha commentato – ha rappresentato per Cividale un'iniziativa importante, ancor più perché frutto di un progetto condiviso di sviluppo turistico, che vede Strada e amministrazione comunale lavorare fianco a fianco per potenziare la promozione del nostro territorio e della sua cultura”.

Mirabilia è un progetto sostenuto da nove Camere di Commercio italiane, nato per realizzare un network tra i siti Unesco meno noti al turismo italiano e internazionale e per aumentarne la riconoscibilità presso il grande pubblico. Complice la Camera di Commercio di Udine, è dunque sul palcoscenico di Matera, città tra le più suggestive e antiche del mondo, che tutti i riflettori sono stati puntati su Cividale. Dalla cittadina si diramano tantissimi itinerari ideati dalla Strada degni degli enoturisti più esigenti e dei più attenti appassionati di bellezze storico-artistiche. Ne è convinto da sempre Mario Zuliani, presidente della Strada.

“Cividale – ha detto - è una città dalla storia e dalle culture millenarie, è al centro di un'area e di una zona vitivinicola straordinarie, capace di produrre unicità gastronomiche come la gubana. Anche per questo l'ingresso nel circuito Unesco è per la Strada un terreno di gioco stimolante: al turismo in loco la Strada può garantire una variegata offerta di iniziative che dalle esperienze del gusto arrivano fino allo sport”.

Oltre 70 buyer, tra operatori incoming, decision manager, buyers luxury travel, giornalisti, opinion leader provenienti da 35 Paesi stranieri hanno conosciuto a Matera la ricca proposta di viaggio nel Friuli della fascia centrale firmata dalla Strada. Il tutto nel corso di un vero e proprio tavolo di lavoro focalizzato su potenzialità e progettualità del turismo dei siti Unesco in abbinamento all'enogastronomia.

Non sono mancate a Matera le proposte su Aquileia, il più importante luogo archeologico romano dell'Italia settentrionale, patrimonio dell’Unesco fin dal 1998, e Palmanova, dal 2011 componente del sito seriale “Opere di difesa veneziane tra XV e XVII secolo” e attualmente candidata all'Unesco per l'iscrizione nella lista del Patrimonio dell'Umanità. Ma non solo: assieme alla Strada, sotto il cappello della Camera di Commercio di Udine, erano presenti a Matera anche Associazione Albergatori Udinesi, Società Imprese Lignano Spa, Carnia Welcome, Albergo Diffuso Sauris, Lignano Holiday. In questa cornice la Strada si presenta come punto di riferimento per la creazione di proposte di viaggio integrate che siano un'opportunità per mettere a frutto la sinergia tra operatori locali e promuovere un'immagine forte e unitaria del Friuli nel mondo.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori