Home / Viaggi / Una nuova guida per scoprire il Fvg in bicicletta

Una nuova guida per scoprire il Fvg in bicicletta

Edita da La Repubblica con Promoturismo. Bini: "Siamo la porta per il Nord"

Una nuova guida per scoprire il Fvg in bicicletta

Presentata a Grado la prima guida cicloturistica dell’intero Friuli Venezia Giulia. Un momento ulteriore di promozione territoriale e turistica, ma anche per sottolineare l’importanza delle piste ciclabili e delle ciclovie, ancora da implementare nella nostra regione. Anche se quelle esistenti funzionano, e a testimoniarlo è stato il viaggio con le e-bike da Aquileia a Grado a cura di Promoturismo Fvg, che con un gruppo di volontari ha deciso di promuovere fisicamente l’utilizzo di queste nuove tipologie di bicicletta che favoriscono lo spostamento a chiunque.

"Puntiamo a fare del Friuli Venezia Giulia un territorio sempre più attraente per ogni tipologia di turisti” ha sottolineato l’assessore alle attività produttive, Sergio Emidio Bini. “Per questo intendiamo sviluppare un'offerta di qualità, migliorando ovunque i servizi in termini di ricettività, trasporti, impianti e attrezzature, eventi, enogastronomia, dal mare alla montagna. In tutto questo uno spazio crescente va riservato a chi ama la bicicletta, ove la diffusione crescente di e-bike apre prospettive sempre più ampie per un turismo slow, a diretto contatto con la natura".

Una guida del tutto particolare, incentrata proprio sulle e-bike, edita da La Repubblica assieme a Promoturismo Fvg. “E’ un tipo di turismo per le persone che vogliono cercare gli angoli che una vacanza veloce impedisce di cercare. Abbiamo diviso la regione in tanti percorsi”, spiega il direttore delle guide Repubblica, Giuseppe Cerasa, “per bambini, sportivi, amanti dell’e-bike, per sollecitare una conoscenza alternativa per una regione che ha un immenso patrimonio da far conoscere, un patrimonio unico. Uno strumento per entrare nel cuore della regione. La gente ha voglia di conoscere e andare oltre le apparenze e lontano dallo stress: il cicloturismo obbliga a fermarsi a prendere il fiato e a guardarsi intorno, scoprendo in questo caso la bellezza di una regione che è da sfogliare”.

A margine della conferenza, a cui hanno preso parte anche il sindaco di Grado, Dario Raugna, il direttore del quotidiano Il Piccolo, Enzo D'Antona, il presidente di Git, Alessandro Lovato, il ciclista professionista Alessandro de Marchi e il dg di PromoTurismo Fvg, Marco Tullio Petrangelo, l'assessore Bini ha annunciato nuovi incentivi per l'acquisto di e-bile.

0 Commenti

L'APPELLO

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori