Home / Archivio / Nuove idee sostenibili

Nuove idee sostenibili

Nuove idee sostenibili

Il Centro Studi Qualità e Ambiente del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova, e il Gruppo Rem, agenzia specializzata in green consultancy con sede a Udine, impegnata a livello nazionale e internazionale, hanno stretto un’inedita partnership. Obiettivo: mettere le best practices e le più aggiornate conoscenze scientifiche in materia di sostenibilità e di impatto ambientale (carbon, water, sound footprint) al servizio di amministrazioni locali, categorie economiche ed imprese del Nordest e di tutto il Paese. Tra i primi step in programma, l’istituzione di borse di studio per dottorati di ricerca in ambito ambientale, con il sostegno di privati sensibili alle tematiche green, e in particolare per un dottorato di ricerca sul “ound footprint”, l’impronta sonora di prodotti, servizi o infrastrutture.

Il patto biennale è stato siglato dal presidente del Gruppo Rem Pietro Lucchese, dal direttore del Dipartimento Andrea Stella e dal responsabile scientifico del Cesqa Antonio Scipioni. Si tratta del “matrimonio” tra due eccellenze: il Cesqa, fiore all’occhiello dell’ateneo patavino, vanta oltre 20 anni di esperienza scientifica a livello internazionale, svolgendo attività di analisi e studio sullo sviluppo sostenibile e sviluppando progetti di gestione e network sul tema a livello locale e sovranazionale; Gruppo Rem, premio speciale di Confindustria 2012 per la comunicazione responsabile,  è una realtà unica nel panorama delle imprese nazionali di comunicazione, che ha conquistato una posizione di leadership nel settore della Comunicazione Ecosostenibile e della Green Consultancy, annoverando tra i suoi committenti brand di assoluto rilievo come Acqua Minerale San Benedetto, Latteria Montello con il suo celebre marchio Nonno Nanni, Lelio Palazzetti, Lefay Resorts, Bauxt, Gruppo San Marco, Pastificio Luciana Mosconi, Autodromo di Modena, GiPlanet allestimenti, Birra Castello. Tutte realtà imprenditoriali di primo piano che hanno firmato accordi volontari o si sono aggiudicati bandi con il Ministero dell'Ambiente per la promozione di progetti finalizzati all'analisi, alla riduzione e alla neutralizzazione dell'impatto sul clima delle loro attività produttive.

“Attraverso questa partnership - afferma il responsabile scientifico Scipioni - intendiamo porre l’accento sul nostro ruolo di responsabilità nella formazione di cittadini e professionisti nel campo dello sviluppo sostenibile e favorire, con la nostra attività, gli attori pubblici e privati verso le tematiche della competitività e dell’innovazione, coniugate con la salvaguardia dell’ambiente e della qualità della vita”.

Gruppo Rem e DII realizzeranno insieme progetti specifici nel campo della sostenibilità in numerosi ambiti come ricerca, formazione, organizzazione dell’impresa, green economy e green jobs, in collaborazione con altri soggetti pubblici (come i Comuni) o privati, italiani ed esteri, attivi dalla scala locale a quella globale.

“L’obiettivo condiviso - conclude Scipioni - è definire e mettere in atto percorsi di ricerca applicata utili al territorio e alle sue realtà produttive in termini di sviluppo competitivo sostenibile”.

7 dicembre 2012

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori