Home / Calcio dilettanti / Reti e alta tensione

Reti e alta tensione

CARNICO AMATORI - Ben 54 le reti realizzate nel 14esimo turno. Finale concitato di partita a Fusine e i giochi si riaprono

Reti e alta tensione

Attacchi scatenati, grande incertezza, spettacolo. Sono alcuni degli ingredienti offerti dalla quattordicesima giornata del Carnico Amatori, che ha fatto registrare ben 54 reti nelle tre categorie. Gli spettatori, insomma, si sono divertiti ammirando le gare dagli spalti e, nelle ultime giornate, il leit motiv dovrebbe rimanere il medesimo. In Prima, un incandescente finale di partita fa perdere un punto a Hotel Raibl Trieste e Ama-ca: le inseguitrici fanno ora sentire il loro fiato sul collo. In tutte le categorie, i giochi sono apertissimi. Con la preziosa collaborazione del sito amatori.carnico.it, analizziamo che cosa è successo nella scorsa giornata.

ECCELLENZA. Ibligine e Al Quadrifoglio, avanti tutta. Le prime della classe continuano a viaggiare a vele spiegate, mettendo oltretutto in mostra attacchi scintillanti. Il team di Invillino rifila ben cinque reti in trasferta ai malcapitati Sclapeciocs, ‘puniti’ dalle doppiette di Brovedani e Valent, ai quali si aggiunge Cignacco. Mentre i tolmezzini di mister Remigio Angeli vanno kappaò per due turni consecutivi, la scatenata capolista centra la seconda vittoria di fila (e addirittura 10 gol in 160’), mantenendo le tre lunghezze di vantaggio sugli storici rivali de Al Quadrifoglio. La formazione guidata da Enzo Grassi, però, non molla e si abbatte come un tornado sul malcapitato fanalino Cesclans. I cavazzini vengono travolti da Rodrigues Filho, a bersaglio con un pokerissimo da urlo, Bordignon e Visentin consegnano il ‘settebello’ alla squadra di Verzegnis. Dietro alle due lepri, torna a brindare il Venzone, capace di interrompere un digiuno di vittorie lungo ben cinque giornate. L’ex primatista supera tra le mura amiche un coriaceo Tilly’s Pub, al quale non basta una magia di Alberto Zanier per strappare punti agli avversari, lanciati dalle marcature di Bertino - a segno due volte - e Clapiz. Se la lotta per il titolo si preannuncia comunque aspra, altrettanto accade nei bassifondi della graduatoria. Bel balzo in avanti, però, del Cedarchis, che supera l’Arta Terme nel derby e si stacca dalle ultime tre della classe: decidono Reputin con una doppietta e De Toni, mentre ai cugini non basta l’acuto di Paolo Quaglia. Nello scontro diretto, il Davar ruggisce per cinque volte contro il Malborghettone, trafitto dalle doppie di Pucher e Natali, nonché dalla singola di Felice; Assalone può soltanto rendere meno amaro il match per gli ospiti, al quarto kappaò in serie e in grande difficoltà. Torna alla vittoria la compagine di Ovaro, capace di rialzarsi dopo la pesante sconfitta contro l’Ibligine del turno precedente. Entrambe sono ancora in corsa e dovranno dare il massimo per rimanere nella categoria regina del Carnico Amatori nelle quattro giornate che mancano. Nel weekend in arrivo, spicca Ibligine-Venzone: riuscirà la formazione terza in classifica a ridurre le distanze dal vertice, riaprendo magari il campionato? RISULTATI 14° TURNO: Davar-Malborghettone 5-1, Arta Terme-Cedarchis 1-3, Al Quadrifoglio-Cesclans 7-0, Sclapeciocs-Ibligine 0-5, Venzone-Tilly’s Pub 3-1. CLASSIFICA: Ibligine 23 punti, Al Quadrifoglio 20, Venzone 18, Arta Terme 17, Tilly’s Pub 14, Sclapeciocs 13, Cedarchis 12, Malborghettone e Davar 9, Cesclans 5. PROSSIMO TURNO: Tilly’s Pub-Arta Terme, Ibligine-Venzone, Cedarchis-Sclapeciocs, Malborghettone-Al Quadrifoglio, Cesclans-Davar.


PRIMA CATEGORIA. Il big match di giornata sorride all’Hotel Raibl Trieste, ma un concitato finale di gara costa caro ai tarvisiani e all’Ama-ca. Al termine della gara, vinta dai padroni di casa grazie a una rete di Vona, si scatena un parapiglia in campo che ha pesanti ripercussioni, in termini di coppa disciplina (con la perdita di un punto anche in classifica generale), per entrambe le squadre. Ambedue restano ampiamente in corsa per la promozione, ma dovranno guardarsi dalle inseguitrici che, ora, possono contare su un vantaggio in più, quello appunto di un miglior quoziente disciplinare, discrimine fondamentale in caso di arrivo a pari punti. Restando ai ‘piani alti’, è sempre più convincente il volo del Celtic Scluse, abile a sbarazzarsi del Socchieve con un tris firmato da Vanone, Brancaccia e Pinatto. Da segnalare, nel team di Chiusaforte, l’esordio stagionale del parroco del paese, don Rafael Cimpoesu. Una piccola chicca, segnalata dal presidente-allenatore dei ‘celtici’, Federico Perinu: “Per noi tutti è stata un grande soddisfazione vedere don Rafael in campo. Lui ci ha ripagati con una grandissima prestazione da centravanti e la scelta di schierarlo dal primo minuto sicuramente non era dovuta sicuramente alla mancanza di gente, dato che le valide alternative non mancavano”. Se la capolista continua a viaggiare spedita, piccola frenata, invece, per il Calgaretto di mister Loris Missana, ancora impegnato a inseguire il terzo posto valido per la promozione. Dopo tre vittorie consecutive, i grigiorossi impattano a reti bianche contro l’ostica Dognese del tecnico Stefano Di Bernardo, che raccoglie così un prezioso punto in chiave salvezza. A proposito di lotta per non retrocedere, importante anche il pareggio - pure in questo caso ‘a occhiali’ - conseguito dall’Ampezzo nella tana dell’Adm. Restando in tema di permanenza in categoria, vale oro il successo esterno dei Crots, capaci di espugnare il green di Preone con un poker. Il team di Rivo si impone grazie ai gol firmati da Englaro, Ortobelli, Plazzotta e Ronco (rete della bandiera locale a opera di Prochazka), ritrovando la vittoria che latitava addirittura da undici gare! Insomma, una bella iniezione di fiducia per capitan Diego Di Centa e compagni, rientrati prepotentemente in gioco per la salvezza. Proprio i Crots saranno protagonisti dello scontro più interessante di giornata: il confronto con il Calgaretto vale, per entrambe, una buona fetta di stagione. RISULTATI 14° TURNO: Adm-Ampezzo 0-0, Celtic Scluse-Socchieve 3-0, Calgaretto-Dognese 0-0, Becs Preone-Crots 1-4, Hotel Raibl Trieste-Ama-ca 1-0. CLASSIFICA: Celtic Scluse 21 punti, Ama-ca e Hotel Raibl Trieste 19, Calgaretto 17, Adm 16, Dognese 14, Ampezzo 13, Crots 11, Becs Preone 6, Socchieve 2. PROSSIMO TURNO: Dognese-Hotel Raibl Trieste, Socchieve-Becs Preone, Ama-ca-Adm, Ampezzo-Celtic Scluse, Crots-Calgaretto.

SECONDA CATEGORIA. Rigolato vicino al colpaccio. Alla neo iscritta, infatti, basterà un punto, in caso di mancato successo della quarta in classifica, per festeggiare l’approdo in categoria superiore al primo tentativo. La capolista, ancora imbattuta, offre l’ennesima prova di forza, rifilando sei reti a un rimaneggiato Atletico Bancone: mattatore assoluto dell’incontro è Gianluca De Cillia, autore di una splendida tripletta, mentre lo score è arrotondato da Gianfranco Cinello (due volte a segno) e Durigon. Per i tarvisiani, a segno con Matteo Quaglia e mister Gabriele Andreana, si interrompe la striscia di cinque vittorie consecutive, ma le pesanti defezioni sono una giustificazione fondata per una squadra che ha già la ‘coperta corta’ a livello numerico. Del passo falso banconiano ne approfitta al meglio il Real Tolmezzo, protagonista di una rocambolesca vittoria sul filo di lana ai danni dell’Spqr Zuglio. I ragazzi guidati da mister Fabio Nait passano per primi con Nicola Cumbo, ma nella ripresa Quaglia e Bearzi ribaltano le sorti dell’incontro; mancano appena quattro minuti al termine della partita, ma Filippo Cumbo e Rainis consegnano ai tolmezzini due punti fondamentali nella corsa al ritorno in Prima. Mantiene la seconda piazza la Tercal, capace di uscire indenne dall’insidioso derby contro il Betania: il pari finale frena un po’ le ambizioni della squadra guidata da mister Giobatta Di Bello, ma nelle quattro partite che restano può davvero succedere ancora di tutto! Nelle altre sfide, il Mueç supera di misura il Paularo grazie a un guizzo di Faleschini, mentre gli Amators Glemone rompono finalmente il ghiaccio, cogliendo la loro prima affermazione stagionale: i gemonesi firmano un tris esterno sui Nolas e Lops propiziato dalla doppietta di Sergio Patat e dal gol di Paluzzano. La quart’ultima giornata in calendario offre come piatto forte la sfida tra Spqr Zuglio e Tercal: i padroni di casa, con una vittoria, potrebbero davvero rimettere tutto in discussione in chiave promozione. RISULTATI 14° TURNO: Nolas e Lops-Amators Glemone 0-3, Real Tolmezzo-Spqr Zuglio 3-2, Atletico Bancone-Rigolato 2-6, Paularo-Mueç 0-1, Betania-Tercal 1-1. CLASSIFICA: Rigolato 24 punti, Real Tolmezzo e Tercal 20, Atletico Bancone 17, Betania 16, Spqr Zuglio 15, Mueç 13, Nolas e Lops 6, Paularo 3, Amators Glemone 2. PROSSIMO TURNO: Amators Glemone-Real Tolmezzo, Spqr Zuglio-Tercal, Mueç-Betania, Rigolato-Nolas e Lops, Paularo-Atletico Bancone.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori