Home / Calcio dilettanti / Attacchi senza freni e tanto pathos

Attacchi senza freni e tanto pathos

CARNICO AMATORI - Ben 73 reti segnate in vista del turno finale che emetterà le ultime sentenze

Attacchi senza freni e tanto pathos

Il dado è (quasi) tratto. L’edizione 2013 del Carnico Amatori, giunto al suo diciottesimo anno di vita, sta per andare in archivio ed è in rampa di lancio l’ultima giornata. Tuttavia, anche se molti verdetti sono già arrivati, mancano alcune tessere di mosaico da mettere al loro posto. Insomma, nemmeno gli 80 minuti conclusivi saranno scontati, degno atto finale di un campionato che ha saputo regalare forti emozioni durante questi quattro mesi. Intanto, nella diciassettesima giornata gli attacchi si sono scatenati, mettendo a segno ben 73 reti. In attesa degli ultimi… fuochi alle polveri, vediamo che cosa è successo sui campi nel penultimo turno grazie al prezioso aiuto del sito amatori.carnico.it.

ECCELLENZA. Anche l’ultima sentenza è stata scritta. Lo ‘scontro fratricida’ ha premiato il Cedarchis che, grazie a Di Gleria e Lirussi, espugna il campo di Ovaro e condanna il Davar a un’amara retrocessione. I padroni di casa, a segno con D’Andrea, possono mordersi le mani perché, dopo una partenza al rallenty, erano stati protagonisti di una grande rimonta, vanificata però a 80’ dalla fine. Gli ovaresi vanno a fare compagnia in Prima alle già retrocesse Malborghettone e Cesclans. Dando un’occhiata generale, si vede come il massimo girone sia stato particolarmente prolifico in termini di gol segnati. Spicca, in particolare, il rotondo 8-0 rifilato dal Tilly’s Pub a un Malborghettone ormai privo di stimoli: a bersaglio vanno Roi con una tripletta, due volte De Infanti, poi Agostinis, Buzzi e Di Lena in singola marcatura. Come un rullo compressore anche la capolista Ibligine, che travolge il fanalino Cesclans con risultato ‘tennistico’. I campioni del presidente Mario Del Fabbro schiantano gli avversari mandando in gol Giazzon, Martarello, Mazzolini, Valent e Vidotti, oltre a una sfortunata autorete dei rivali; il tabellino viene completato da Zanini e Zilli per i cavazzini, che a dispetto del risultato non hanno sfigurato al cospetto della capolista. Altalena di emozioni anche a Verzegnis, dove Al Quadrifoglio la spunta di misura sugli Sclapeciocs grazie alle prodezze di Visentin (doppietta), Rodrigues Filho, sempre più capocannoniere dell’Eccellenza, e Lucardi; la formazione di mister Remigio Angeli vende cara la pelle e sfiora il risultato positivo, ma non bastano gli acuti di Lenny Zanier, Gianpaolo Zanier e Di Centa. Tante reti anche a Piedim, dove il Venzone la spunta sull’Arta e ritrova il sorriso dopo due kappaò consecutivi: il blitz esterno è firmato da Clapiz, Infulati e Ciorba, ai quali rispondono, soltanto parzialmente, Paolo Quaglia e Falzari. Giornata finale, come detto, senza verdetti da emettere: fra i match che promettono più spettacolo, scegliamo quello che mette di fronte Cedarchis e Ibligine, due formazioni separate da molti punti ma ricche di individualità. RISULTATI 17° TURNO: Davar-Cedarchis 1-2, Tilly’s Pub-Malborghettone 8-0, Ibligine-Cesclans 6-2, Arta Terme-Venzone 2-3, Al Quadrifoglio-Sclapeciocs 4-3. CLASSIFICA: Ibligine 29 punti, Al Quadrifoglio 24, Venzone 20, Arta Terme 19, Tilly’s Pub 18, Cedarchis 17, Sclapeciocs 16, Davar 13, Malborghettone 9, Cesclans 5. ULTIMO TURNO: Sclapeciocs-Arta Terme, Malborghettone-Venzone, Al Quadrifoglio-Davar, Cedarchis-Ibligine, Cesclans-Tilly’s Pub.


PRIMA CATEGORIA. Champagne in ghiaccio per l’Hotel Raibl Trieste. I tarvisiani travolgono con 6 reti i pericolanti Crots, che resistono mezzora alle folate dei padroni di casa, ma poi crollano: oltre alla doppietta di Tezza, vanno a segno De Lorenzo, Mlakar, Zolic e Nobile. Sulla formazione di Gianni Mascia pende soltanto la spada di Damocle della Coppa disciplina (sono a quota 116 punti, meno quattro da 120 che farebbe perdere un punto in classifica), ma è un’eventualità piuttosto remota, considerando che dovrebbe arrivare anche una sconfitta di capitan Alberto Caldrer e soci. La grande festa è già pronta. Stato d’animo contrapposto per gli avversari, il destino dei quali è appeso a un filo dopo la vittoria esterna dell’Ampezzo: ci vorrà un colpo di scena negli ultimi 80 minuti, ma nel calcio tutto è possibile. Restando nelle zone alte della classifica, anche l’Ama-ca mette in cascina due punti preziosi grazie al tris rifilato fuori casa alla Dognese. Mattatore al campo di Chiusaforte il trio composto da Soncin, Angeli e Martini, che consegna alla squadra di Cavazzo un successo importante. Basterà un pareggio nel prossimo match per celebrare il ritorno in Eccellenza. Ha ancora qualche flebile speranza l’Adm, capace di espugnare il campo della ‘cenerentola’ Socchieve con la doppietta di bomber Vesnaver: il team di Amaro è chiamato a vincere la gara conclusiva e sperare in qualche inciampo altrui, dato che la Coppa disciplina è dalla sua parte. L’unico 0-0 di giornata è quello di Comeglians tra Calgaretto (nella foto) e Celtic Scluse, al termine di un match comunque gradevole e con un buon ritmo. Dando un’occhiata alle retrovie, è, come accennato, preziosissimo il successo dell’Ampezzo a Preone: Adami, Fachin e Alberto Spangaro consegnano ai biancorossi una vittoria che può rivelarsi decisiva per la permanenza in categoria. Ora, basterà cogliere almeno un punto fra le mura amiche contro il Calgaretto. Fari puntati su Adm-Becs Preone e Celtic Scluse-Hotel Raibl Trieste, due incroci pericolosi che stabiliranno il destino di tre formazioni sulle quattro impegnate. RISULTATI 17° TURNO: Dognese-Ama-ca 0-3, Becs Preone-Ampezzo 0-3, Socchieve-Adm 0-2, Calgaretto-Celtic Scluse 0-0, Hotel Raibl Trieste-Crots 6-0. CLASSIFICA: Celtic Scluse 25 punti. Hotel Raibl Trieste 24, Ama-ca 23, Adm 21, Calgaretto 19, Dognese 17, Ampezzo 15, Crots 13, Becs Preone 7, Socchieve 4. ULTIMO TURNO: Adm-Becs Preone, Celtic Scluse-Hotel Raibl Trieste, Crots-Dognese, Ama-ca-Socchieve, Ampezzo-Calgaretto.

SECONDA CATEGORIA. Brinda pure il Real Tolmezzo. Nel match chiave della penultima giornata, gli arancione sbancano il campo di Fusine con un roboante 7-0 nei confronti di un Atletico Bancone inferocito per alcune decisioni arbitrali. Va detto che, sul campo, la superiorità tolmezzina era stata evidente: un ispiratissimo Fabio Rainis, con quattro gol, si abbatte come un tornado sui locali, puniti anche dalla doppietta di Petterin e dal sigillo finale di Collavini. Vicina al traguardo anche la Tercal, che strappa un ottimo punto esterno al Rigolato: i padroni di casa, già promossi, vanno a segno con Gabriele Candido e Marcuzzi, ma gli ospiti non mollano e ottengono un prezioso pari grazie alle marcature di Bortoletto e Vuerli. Il pronto ritorno in Prima categoria è più vicino. La matematica concede qualche opportunità al Betania, che si sbarazza in trasferta dei Nolas e Lops, ai quali non è sufficiente il gol di Selenati: Del Vecchio e Moro consegnano ai tolmezzini il quarto risultato utile di fila, e non mancano i rimpianti per qualche partita gettata al vento. Molti i gol anche negli altri due incontri. L’Spqr sale da solo al quinto posto grazie al poker rifilato a Zuglio al fanalino Paularo: brilla la verve di Nodale, due volte a segno, con il punteggio completato da Max Quaglia e Radina. Fuochi pirotecnici, infine, all’Aser di Gemona, con ben 10 reti ad allietare il pubblico sugli spalti. Nel festival del gol, i padroni di casa mettono in campo le doppiette di Sergio Patat e Taurian (a bersaglio anche D’Angelo e Pittini); il Mueç risponde con Barbieri, Bravin, Faleschini e Not, ma non basta per portare via almeno un punto. Da seguire, nel turno conclusivo, il confronto fra Tercal e Atletico Bancone: i padroni di casa, con un punto, chiuderebbero ogni discorso in tema promozione. RISULTATI 17° TURNO: Nolas e Lops-Betania 1-2, Amators Glemone-Mueç 6-4, Atletico Bancone-Real Tolmezzo 0-7, Rigolato-Tercal 2-2, Spqr Zuglio-Paularo 4-0. CLASSIFICA: Rigolato 29 punti, Real Tolmezzo 24, Tercal 23, Betania 21, Spqr Zuglio 20, Atletico Bancone 18, Mueç 15, Nolas e Lops e Amators Glemone 7, Paularo 3. PROSSIMO TURNO: Paularo-Real Tolmezzo, Mueç-Nolas e Lops, Spqr Zuglio-Amators Glemone, Tercal-Atletico Bancone, Betania-Rigolato.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori