Home / Cronaca / Amianto: tre passaggi per definire la situazione

Amianto: tre passaggi per definire la situazione

Cosa si sta facendo concretamente per bonificare il nostro territorio?

Amianto: tre passaggi per definire la situazione

Cosa si sta facendo concretamente per bonificare il nostro territorio? Nel caso dei beni appartenenti al Demanio, 2.281 in Fvg, gli edifici sono bonificati nel momento in cui sono messi sul mercato, come nel caso della Caserma Giavitto di Tarcento, delle Fornaci Venturini di Cormons della Caserma della Guardia di finanza nello Scalo di Prosecco-Sgonico e del casermaggio viveri di Via Buttrio a Udine.

Nella nostra regione, nel 2013, sono state smaltite in tutto circa 4.500 tonnellate di rifiuti contenti amianto, pari a una superficie di 225mila metri quadrati, in calo rispetto al 2012 quando le tonnellate erano state quasi novemila. Queste le cifre contenute nella relazione presentata da  Beatrice Miorini e Glauco Spanghero dell’Arpa del Fvg durante la conferenza regionale.Proprio l’Arpa sulla questione amianto sta svolgendo un ruolo essenziale nell’ambito del priogramma pluriennale 2014-2016 che ha fissato tre obbiettivi. Il primo è stato raggiunto, dato che il nuovo archivio informatizzato Me.La. dove sono stati inseriti i dati dei precedenti censimenti e sarà aggiornato con i nuovi dati georiferiti è operativo dallo scorso maggio. Un secondo obbiettivo riguarda la mappatura dell’amianto presente negli edifici pubblici, mentre il terzo riguarda il monitoraggio dell’ambiente. In agosto l’assessorato regionale all’Ambiente ha chiesto a Comuni e Provincie di censire i siti con amianto presente nelle rispettive proprietà, trasmettendo le schede all’Arpa e la raccolta è in corso e terminerà ad ottobre.


Grazie alla convenzione siglata dall’Arpa con il Comando del Corpo delle Capitanerie di porto, un velivolo dotato di apposite apparecchiature effettuerà voli di telerilevamento delle coperture contenenti amianto su un’area pilota. Una volta effettuati alcuni voli sperimentali, saranno effettuate le verifiche sul campo per confermare l’attendibilità dei dati raccolti e quindi si passerà alla fase di rilevamento su larga scala e dell’intero territorio. I voli partiranno a breve. In questa fase, entro fine anno, si pianificherà anche il monitoraggio ambientale nelle aree dove sono state censite coperture di amianto in prossimità di aree sensibili come scuole e ospedali, per verificare la presenza nell’ambiente di fibre di amianto.

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori