Home / Cronaca / Italpol sui bus di Trieste Trasporti

Italpol sui bus di Trieste Trasporti

Da domani, le guardie giurate saranno impegnate per la sicurezza e il controllo dei biglietti

Italpol sui bus di Trieste Trasporti

Guardie giurate Italpol sugli autobus e in arrivo anche più telecamere. Da domani, Trieste Trasporti avvia la sperimentazione di un servizio che durerà tre mesi e vedrà gli operatori di sicurezza privati non armati affiancare il personale della società nel controllo dei documenti di viaggio o d’identità con un’attenzione particolare alle linee dove il tasso d’evasione, stimato in un viaggiatore su dieci contro una media nazionale di un viaggiatore su cinque, è ritenuto più elevato, come la direttrice per Barcola o quella per Muggia.

“Italpol svolge attività di agente accertatore sui mezzi di trasporto pubblico locale del Friuli Venezia Giulia e Veneto da ormai più di 10 anni e siamo particolarmente orgogliosi”, racconta l’ad Magon, “di poter iniziare questa fase di test anche con Trieste Trasporti”.

I controlli avverranno sette giorni su sette, sull’intera rete. Gli operatori Italpol avranno la facoltà di chiedere l’intervento delle forze di polizia e dei propri equipaggi motorizzati, ma non potranno, perlomeno in questa prima fase, incassare le sanzioni che potranno essere pagate presso l’ufficio illeciti di Trieste Trasporti o tramite versamento su conto corrente postale.

Linea di rigore dunque, tesa al recupero dell’evasione e supportata anche dalla tecnologia che, incrociando e mettendo in rete privata protetta dati e informazioni come quelle relative ai contapasseggeri ormai installati su tutti i mezzi, i dati di vendita e convalida e le registrazioni dei sensori e delle telecamere, permetterà a Trieste Trasporti di ottenere indicazioni estremamente precise.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori