Home / Cronaca / Stop all'alias di genere per i dipendenti comunali

Stop all'alias di genere per i dipendenti comunali

Udine - Il commento di Furio Honsell, consigliere regionale di Open Sinistra Fvg: "La scelta del comune di fare marcia indietro su questo tema nei fatti è uno schiaffo a tutte le persone in transizione"

Stop all\u0027alias di genere per i dipendenti comunali

L’amministrazione comunale di Udine nel 2017 aveva dato un segnale di apertura e vicinanza alle persone in transizione di genere, consentendo loro di affiancare al nome proprio un “alias” da loro scelto che fosse consono all’identità che avrebbero assunto a fine di un percorso.

"La nostra scelta - spiega l'ex sindaco Furio Honsell, consigliere regionale di Open Sinistra Fvg - era stata in linea con l’idea del Comune 'casa di tutti' e luogo di inclusione per i cittadini e per i propri dipendenti e collaboratori in una fase della loro vita particolarmente problematica e dolorosa".

La scelta dell'attuale amministrazione comunale "di fare marcia indietro su questo tema nei fatti è uno schiaffo a tutte le persone in transizione - afferma Honsell -, un modo per rigettarle indietro, far loro capire che non possono contare sulla vicinanza umana e politica delle istituzioni. È una scelta dettata dall’ossessione ideologica di annullare tutte le conquiste civili della città di Udine negli ultimi dieci anni e in questo perfettamente in linea con l’operato della giunta regionale che in ogni passaggio cruciale, in ogni bivio, tra l’andare avanti sulla strada dei diritti e il tornare indietro sceglie sempre di guardare indietro".

"È anche per questo che ci opponiamo con forza – ad esempio – alla riforma dell’istituto del Garante regionale, che verrà depotenziato dalla sua trasformazione in strumento monocratico a disposizione della maggioranza di governo proprio quando sarebbe più necessario impegnarsi contro le discriminazioni delle persone non solo nella società ma anche nelle amministrazioni locali - conclude Honsell -, come questa ultima decisione del comune di Udine conferma".

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori