Home / Cultura / Maria Teresa, ricordo indelebile per Trieste

Maria Teresa, ricordo indelebile per Trieste

Una mostra di documenti e di cartoline è allestita fino al 30 giugno

Maria Teresa, ricordo indelebile per Trieste

Trecento anni fa, il 13 maggio 1717, nasceva a Vienna Maria Teresa d’Asburgo, arciduchessa regnante d’Austria, imperatrice consorte del Sacro Romano Impero, prima e unica donna della Casa d’Austria ad ereditare il governo dei vasti possedimenti della monarchia asburgica. Una figura storicamente vicina a Trieste, dove lavorò intensamente per creare la città cosmopolita che ancora oggi la ricorda con nostalgia. Tra le molte iniziative – alcune delle quali ancora in cantiere - legate all’anniversario, il Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa di Trieste propone la rassegna ‘Il Lazzaretto Teresiano e lo sviluppo di Trieste al tempo degli Asburgo’.

La mostra di documenti e di cartoline, curata da Chiara Simon e da Mauro Malusa del Circolo Filatelico Kosir, è allestita fino al 30 giugno nel Museo Postale e nell’attiguo Spazio Filatelia di via Galatti. L’esposizione approfondisce le vicende e la funzione del  Lazzaretto Teresiano, inaugurato il 31 luglio 1769 per la lungimirante visione di Maria Teresa d’Asburgo.  L’importante struttura sanitaria, che operò sino al 1868, era un mezzo di prevenzione per la peste e altre pandemie che periodicamente infestavano il vecchio continente.


Testimonianza di questo periodo storico e delle pratiche di prevenzione attuate dalle autorità del tempo, il rastrello per la disinfezione della posta che il Museo postale triestino conserva ed espone per concessione del Comune di Muggia. Un oggetto unico, accanto al quale sarà esposta una medaglia originale della collezione di Franco Meriggi che ritrae l’imperatrice Maria Teresa e il figlio Giuseppe II, originariamente distribuita per l’inaugurazione del Lazzaretto sorto di fronte al borgo di Roiano.  Oltre ad altri materiali e approfondimenti documentari sul ruolo svolto dal Lazzaretto nel contesto del porto e dell’emporio triestino, la rassegna si completa con una vasta scelta delle cartoline originali dedicate allo sviluppo del Borgo Teresiano e del resto della città sotto gli Asburgo, raccolte da Mauro Malusa, collezionista e membro del Circolo Kosir.


0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori