Home / Economia / Dome St riparte grazie alla famiglia Magon

Dome St riparte grazie alla famiglia Magon

La società di Martignacco di sistemi di sicurezza rilevata dal gruppo Italpol

Dome St riparte grazie alla famiglia Magon

Da poco più di un mese nuovamente sul mercato, ma con una ragione e compagine sociale completamente differenti: così si presenta Dome ST Security Technologies, la neonata divisione tecnologica di un gruppo storico operante da oltre 40 anni nel settore della sicurezza come Italpol.

A Martignacco si riaprono così le porte della sede di Dome, azienda leader per gli impianti di sicurezza nella nostra regione, e a farlo sono proprio imprenditori friulani che decidono di subentrare sulla società che nel momento di massima auge contava oltre 6 milioni di fatturato e 40 dipendenti.
La solida storia e l’esperienza della famiglia Magon gettano, dunque, le basi per l’avvio, con sguardo fiducioso al futuro, di una società che si occupa attivamente della progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti di sicurezza.

Già ad aprile sono state fatte 5 nuove assunzioni per ridare forza all’organico aziendale, nuovi mezzi per coprire le distanze sul territorio, la messa on line del sito web www.domest.it e sinergie con partner nazionali.

Core business di questa azienda sono installazione e manutenzione di impianti antintrusione, controllo presenze, tvcc, antincendio, antitaccheggio, automazione e controllo. Il know how consolidato nell’ambito di security e safety e la selezione di personale altamente qualificato e in aggiornamento continuo sono invece le basi per differenziarsi e poter offrire le soluzioni più adatte ai propri clienti.

Dal primo maggio è inoltre presente anche un Servizio di Assistenza che garantisce interventi di ripristino impianti 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.
Tutto ciò per far fronte alle sempre più impellenti esigenze di sicurezza del mondo delle aziende, degli enti pubblici, delle strutture ospedaliere, nonché del settore dei privati, per i quali è stata creata appositamente una “Divisione residenziale”. Quest’ultima, focalizzata sulle necessità specifiche dei singoli e delle famiglie quali utenti finali, rappresenta una scelta importante e in linea con gli indici di sviluppo del settore che registrano trend di crescita davvero interessanti, in particolare nei paesi stranieri.

Se la partenza di Dome ST ha infatti un respiro regionale, la divisione security dell’intero gruppo guarda comunque da sempre al mercato estero in un’ottica di sviluppo.

Il benvenuto per il mercato provinciale è stato accompagnato anche dal “Bando per la concessione di contributi a sostegno delle Piccole e Medie Imprese della provincia di Udine per gli investimenti in sicurezza" che eroga il 70% di contributo a fondo perduto sulla spesa sostenuta dalle aziende che installano un nuovo impianto di security. La Giunta della Camera di Commercio di Udine ha infatti approvato con delibera del 16 aprile scorso un bando da 100mila euro finalizzato a supportare le imprese della nostra provincia nel prevenire e fronteggiare la crescente microcriminalità, attraverso l’assegnazione di contributi per la realizzazione di sistemi di sicurezza ad elevato contenuto tecnologico.

Un terreno fertile dunque quello della Security Technologies sul quale l’azienda di Martignacco si muove in modo capillare e con professionalità.
“Il nostro punto di forza – racconta il presidente Massimiliano Magon – è che da oggi possiamo instaurare un dialogo completo con i clienti. Grazie alla nostra pluriennale esperienza l’azienda non si limita alle semplici fasi di progettazione e installazione dei sistemi di sicurezza, ma  supporta i propri interlocutori attraverso consulenze specifiche anche su agevolazioni fiscali e, per quanto riguarda i sistemi tvcc, sulla normativa privacy. Dome ST è pronta a rispondere alle esigenze di pubblico e privato, a creare nuova occupazione e a generare un movimento complesso che la configura quale tassello fondamentale di un sistema di sicurezza a 360°”.

0 Commenti

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori