Home / Economia / Una mano all'artigianato in rosa

Una mano all'artigianato in rosa

Bolzonello: "Abbiamo stanziato nel 2015 4,4 milioni di euro di cui 2,4 milioni nel 2016 che hanno permesso di finanziare circa 300 imprese"

Una mano all\u0027artigianato in rosa

"La Regione Friuli Venezia Giulia continua a dare attenzione al mondo dell'artigianato e, in particolare, alle realtà imprenditoriali femminili; la presenza regionale negli anni a sostegno della micro, piccola e media impresa artigiana è stata costante". Lo ha affermato il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello intervenendo in Sala Ajace nel Palazzo del Municipio a Udine alla XXI convention  Verso terre inesplorate del Movimento Donne Impresa di Confartigianato, che proseguirà anche domani sempre nella sede comunale.

Bolzonello ha citato la legge regionale 11 del 2011, norma dedicata all'imprenditoria femminile, sulla quale sono stati istituiti dei contributi in conto capitale a sostegno di progetti a favore delle donne, i cui investimenti, negli anni, sono stati implementati. "Abbiamo stanziato nel 2015 - ha indicato - 4,4 milioni di euro di cui 2,4 milioni nel 2016 che hanno permesso di finanziare circa 300 imprese".

Un altro canale contributivo finanziato dalla Regione è quello riferito alla legge regionale 4 del 2013 sullo sviluppo competitivo delle Piccole e Medie Imprese (PMI), che ha avuto un finanziamento significativo analogamente ai bandi del POR FESR sui quali insistono altre importanti risorse nella parte dedicata agli investimenti e "anche nella Finanziaria 2017 continuiamo a mantenere il canale contributivo aperto" ha osservato Bolzonello. "In questi ultimi due anni - ha indicato - sono circa 6 milioni di euro le risorse dedicate alla micro e alla piccola imprenditoria, una cifra significativa per una regione piccola come la nostra".

Accanto al sostegno economico, il vicepresidente ha espresso la convinzione dell'utilità non solo del confronto con il territorio ma anche "di una scrittura condivisa delle norme" e ha ricordato la stesura della cosiddetta Rilancimpresa FVG, "la legge regionale che rimette al centro il comparto della manifattura di questa regione e che abbiamo scritto assieme a Confartigianato, Confindustria e con le altre componenti territoriali. Si tratta di un metodo faticoso che permette, però, di dare delle risposte concrete".

L'incontro ha previsto due sessioni: la presentazione del XIII Osservatorio di Confartigianato Donne Impresa sull'imprenditoria femminile artigiana in Italia e la tavola rotonda Femminile: il valore d'impresa che fa la differenza.

0 Commenti

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori