Home / Gusto / La cooperazione internazionale fa tappa in cucina

La cooperazione internazionale fa tappa in cucina

Delegazioni straniere hanno osservato e degustato alcuni piatti e prodotti tipici della nostra regione rivisitati in modo originale dagli studenti dell'Istituto Stringer

 La cooperazione internazionale fa tappa in cucina

Spanakopita dalla Grecia, aringhe dalla Lettonia, bacalao dal Portogallo, la classica tortilla spagnola e un dolce finlandese a base di segale che richiede 3 giorni di lavorazione: espressioni culinarie e profondamente culturali preparate, condivise e gustate dal team di docenti del progetto Erasmus+ KA02 "The Artics".

Il progetto, di durata biennale, contribuisce allo sviluppo di competenze trasversali negli studenti attraverso la creatività, il canto, il teatro, il digital storytelling ma anche la cucina. Nel corso del secondo incontro di progetto transnazionale, ospitato dall'istituto Stringher di Udine il 15 e il 16 ottobre, le delegazioni dei vari paesi hanno potuto osservare e degustare alcuni piatti e prodotti tipici della nostra regione rivisitati in modo originale dagli studenti dell'Istituto. Hanno inoltre collaborato in una sperimentazione di pratica didattica"hands on" alla realizzazione di un buffet nordico-mediterraneo, coronato da una lezione sulla vera pizza napoletana.

"The Artics" si inserisce nel quadro dell'offerta formativa dell'istituto, attivamente orientata a favorire e promuovere esperienze lavorative e formative in dimensione internazionale, attraverso progetti Erasmus+ e PON, soggiorni studio e partecipazione a gare e concorsi.

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori