Home / Politica / Cinto Caomaggiore aspetta di passare al Fvg

Cinto Caomaggiore aspetta di passare al Fvg

Nel 2006 il referendum per chiedere il cambio di Regione. Il via libera arrivato lo scorso anno a Sappada ha acceso le speranze

Cinto Caomaggiore aspetta di passare al Fvg

Sono dodici anni che Cinto Caomaggiore aspetta di veder rispettato il referendum che nel 2006 chiese di passare al Friuli Venezia Giulia. Il via libera arrivato lo scorso anno a Sappada, che pure aveva indetto il referendum due anni dopo, aveva riacceso le speranze di un passaggio rapido alla nostra Regione, riuscendo a superare il traguardo prima della fine della legislatura.
Al pari della ex località bellunese, anche per il Comune confinante con Sesto al Reghena infatti era arrivato nel 2012 il via libera del Consiglio regionale del Veneto, ma i cintesi non avevano fatto i conti con le secche del parlamento, dove molti veneti si sono messi di traverso, forse impauriti o preoccupati per le ricadute negative dato che altri Comuni del Veneto orientale sperano di cambiare confine.
Ora la situazione è sostanzialmente cambiata in termini di equilibri politici. Ad essere del tutto sinceri, non è chiaro se i nuovi assetti sosterranno le aspirazioni dei cintesi, anche perché in Veneto si sono levate negli ultimi anni numerose voci contro questo passaggio ritenuto molto meno sostenibile di quanto non fosse quello sappadino.
Bisognerà vedere cosa accade il prossimo 29 aprile in Friuli-Venezia Giulia, ovvero se in caso di vittoria del centrodestra dove la Lega potrebbe confermarsi come la forza predominante, si terrà conto delle tesi del Veneto e si eviteranno quindi possibili contrapposizioni o prevarranno le ragioni dei friulani. Meno incerta la posizione del centrosinistra che non ha mai fatto mistero di sostenere a spada tratta la richiesta di Cinto Caomaggiore.

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori