Home / Politica / Trieste blindata per Putin

Trieste blindata per Putin

Il premier russo nel capoluogo giuliano per il vertice italo-russo con il presidente del Consiglio Letta. Ecco le limitazioni al traffico in città

Trieste blindata per Putin

Martedì 26 novembre, Trieste sarà una città blindata per l'arrivo del premier russo Vladimir Putin, in occasione del summit italo-russo in programma nel capoluogo giulano. All'incontro parteciperà anche il presidente del Consiglio Enrico Letta. Il premier russo mancava dall'Italia da sette anni e questa mattina le prime delegazioni russe sono giunte nella capitale. Nella tarda mattinata è arrivato il ministro degli Esteri, Sergei Lavrov, giunto al Leonardo da Vinci a bordo di un Tupolev 204. Un altro aereo ha portato a Roma il ministro della Difesa, Anatoly Antonov.

Berlusconi e la 'fantapolitica'

Si susseguono, nel frattempo, anche alcune indiscrezioni sulla chiacchierata - da sempre - amicizia tra Putin e il Cavaliere. Secondo i retroscena più estremi, emersi su alcuni quotidiani nei giorni scorsi, potrebbe addirittura consegnare a Berlusconi un passaporto diplomatico russo per fornirgli una via di fuga dalle toghe., cosa prevista dalla Costituzione russa che darebbe al presidente questa prerogativa. In gennaio lo stesso Putin accordò con un decreto all'attore francese Gerard Depardieu - in cerca di una nuova residenza per sfuggire alla tassa sui super ricchi di Hollande - la cittadinanza russa.

Proteste: Vladimir vs Vladimir

In occasione del vertice le associazioni Lgbt manifesteranno il loro dissenso martedì 26 novembre, a partire dalle ore 11 in piazza Sant'Antonio - fontana di Ponterosso, a Trieste, per protestare contro le  violazioni dei diritti umani nella Federazione russa. L'attivista per i diritti lgbt, nonchè attrice, condutrice televisiva e scrittrice  VLADMIR LUXURIA farà da madrina alla manifestazione

Ordinanza comunale

Per favorire lo svolgimento del previsto vertice intergovernativo Italia- Russia, in programma martedì 26 novembre a Trieste, il Comune ha adottato una specifica ordinanza che, recependo le disposizioni di Prefettura e Questura, punta a regolamentare la viabilità della zona interessata dall’evento.
In particolare dalle ore 16.00 di lunedì 25 novembre, alle ore 20.00 di martedì 26 novembre (e fino a cessate necessità) sarà istituito il divieto di sosta e fermata con rimozione (ambo i lati e laddove non già esistente), per tutti i veicoli lungo alcune vie centrali della città, interessate dal passaggio del premier russo Vladimir Putin.

Deviazioni nel dettaglio

Chiuse, quindi, le Rive nel tratto di competenza comunale compreso tra Piazza Tommaseo e via F.Venezian, in via del Mercato Vecchio, via Luigi Cadorna (nel tratto compreso tra Via Felice Venezian e via del Mercato Vecchio), in via Armando Diaz (nel tratto compreso tra via del Mercato Vecchio e via Felice Venezian), in via Dell’Orologio, in piazza Dello Squero Vecchio, in via Pozzo Del Mare, in largo Riccardo Pitteri ed in via Punta Del Forno (nel tratto compreso tra largo Riccardo Pitteri e Androna Del Pozzo), in Piazza Piccola, in via Tor Bandena, via dell’Arsenale, via San Carlo, via Einaudi, Piazza Tommaseo, via Roma nel tratto compreso tra la via Mazzini e Corso Italia, Corso Italia tra Piazza della Borsa e Largo Riborgo. Sarà inoltre istituito il divieto di transito pedonale su tutte le vie all’interno del perimetro individuato da: via del Mercato Vecchio (esclusa), via dell’Orologio (tra il palazzo della regione e l’hotel Duca d’Aosta inclusi), piazza Squero Vecchio (esclusa), via Pozzo de Mare (esclusa), Largo Pitteri (escluso), via Punta Del Forno (esclusa), Androna del Pozzo (esclusa), Largo Granatieri (escluso), Androna del Pane (esclusa), via del Pane (esclusa), via delle Beccherie dal civico 5 sino al Passo della Portizza (esclusa), Piazza della Borsa dal civ. 4 (escluso) al civ. 15 (trasversalmente), via Einaudi, Piazza Tommaseo (esclusa), Riva Tre Novembre (esclusa) e Riva caduti per l’Italianità di Trieste (esclusa). Il divieto di transito pedonale sarà operativo anche in via Rossini, nel tratto compreso tra il civico 2C e la via Trento. Ancora istituzione del divieto di transito per tutti i veicoli in via Luigi Cadorna (nel tratto compreso tra Via Felice Venezian e via Del Mercato Vecchio), in via Armando Diaz (nel tratto compreso tra via del Mercato Vecchio e via Felice Venezian).

Da segnalare che una fermata per il trasporto pubblico locale sarà attiva in Corso Italia, tra piazza della Borsa e largo Riborgo compreso.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA MAPPA DELLE CHIUSURE

Deroghe al divieto di transito pedonale soltanto per residenti
Dalle ore 8.00 alle 20.00 di martedì 26 novembre (e fino a cessate attività) sarà istituito il divieto di transito pedonale e veicolare lungo le Rive, nel tratto di competenza comunale compreso tra piazza Tommaseo e via Boccardi, via del Mercato Vecchio, via dell’Orologio, piazza Squero Vecchio, via Pozzo de Mare, Largo Pitteri, via Punta Del Forno (sino a Androna del Pozzo) e piazza Tommaseo (tra i civici 1 e 4) e via Canal Piccolo. Deviazioni del traffico sono previste su Corso Cavour per i veicoli provenienti dal viale Miramare, con obbligo di svolta a sinistra in via Milano, e l’obbligo di svolta a destra per i veicoli provenienti da via Valdirivo.
Opportune deroghe al divieto di transito pedonale sono previste a favore dei residenti, dei titolari e dipendenti di attività commerciali della zona, previo accredito presso la Questura di Trieste.

Articoli correlati
0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori