Home / Politica / Uti: Cividale approva l’atto costitutivo

Uti: Cividale approva l’atto costitutivo

Il consiglio comunale si è espresso sull’Unione del Natisone con 11 voti a favore e 5 contrari

Uti: Cividale approva l’atto costitutivo

Il Consiglio Comunale di Cividale del Friuli ha approvato l’atto costitutivo e lo statuto dell'Uti del Natisone durante la seduta consiliare di lunedì 21 marzo con 11 consiglieri favorevoli e 5 contrari. Dopo che nella seduta di venerdì 18 marzo non era stata raggiunta la maggioranza dei due terzi dei membri assegnati al Consiglio Comunale, ieri il voto favorevole è stato ottenuto dalla maggioranza assoluta dei membri del Consiglio, come richiesta dalla Legge.

“E’ stata una decisione sofferta – spiega il sindaco Stefano Balloch (nella foto) – perché ci siamo trovati ad un bivio: o entrare nell’Uti oppure vedersi tagliare dalla Regione una grossa fetta di trasferimenti che avrebbero reso impossibile garantire ai cittadini anche solo i servizi essenziali”.

“Approvare Statuto e Regolamento dell’Uti è stato un gesto di grande responsabilità che certamente non fa venir meno la profonda contrarietà già più volte ribadita nei confronti della riforma degli enti locali voluta dalla Regione. La mancata approvazione dello Statuto dell’UTI entro il 15 aprile avrebbe comportato il venir meno di una parte dei trasferimenti di fondi al Comune di Cividale del Friuli per quasi 3.000.000 di euro nel triennio 2016/2018” conclude il sindaco.

Ricordiamo che la legge regionale 12 dicembre 2014, n. 26 “Riordino del sistema Regione – Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia. Ordinamento delle Unioni territoriali intercomunali e riallocazione di funzioni amministrative” prevede la costituzione delle nuove UTI, ovvero di enti locali dotati di personalità’ giuridica, istituiti per l’esercizio coordinato di funzioni e servizi comunali, sovracomunali e di area vasta.

Il piano regionale di riordino ha collocato Cividale del Friuli nell’Uti del Natisone quale capofila fra i Comuni di Buttrio, Corno di Rosazzo, Drenchia, Grimacco, Manzano, Moimacco, Premariacco, Prepotto, Pulfero, Remanzacco, San Giovanni al Natisone, San Leonardo, San Pietro al Natisone, Savogna, Stregna e Torreano.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori