Home / Salute e benessere / Disabili al lavoro grazie a Provincia e cooperative

Disabili al lavoro grazie a Provincia e cooperative

Avviate nuove sinergie per favorire l’inserimento lavorativo di persone con disturbi psichici

Disabili al lavoro grazie a Provincia e cooperative

Provincia di Udine e cooperative sociali avviano sinergie per favorire l’inserimento lavorativo di persone con disturbi psichici. “Questa collaborazione - spiega l’assessore provinciale al Lavoro, Leonardo Barberio -si inquadra nel progetto che impegna l’Ente al fianco dell’Azienda per i servizi sanitari  4 e in particolare del dipartimento di salute mentale ”.

Nel corso del 2014, il tavolo di coordinamento ha messo a punto una procedura di valutazione dei soggetti disabili che prevede di organizzare inizialmente per ogni candidato un colloquio strutturato e un’attività laboratoriale e successivamente la costituzione di una mini equipe composta da entrambi i servizi per condividere e monitorare i percorsi di integrazione lavorativa delle persone.


“Auspichiamo che anche attraverso questa partnership e i contatti avviati con il mondo della cooperazione sociale, si possa incrementare il numero di persone con disabilità avviate al lavoro” è il commento dell’assessore Barberio che, al riguardo, riporta i dati sulle assunzioni registrate nel 2014.

Al 31 dicembre dello scorso anno sono state 258 le assunzioni di persone disabili gestite dai Centri per l’impiego della Provincia di Udine, 50 in più rispetto al 2013. Per la maggior parte si tratta di contratti a tempo determinato (195) a fronte di 57 ingressi a tempo indeterminato e 6 in apprendistato. Da segnalare anche 21 tirocini formativi e 54 assunzioni (19 in più dell’anno precedente) da parte di aziende che, con organici inferiori a 15 dipendenti o perché già ottemperanti, non sono obbligate ad assumere una quota di lavoratori disabili.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori