Home / Spettacoli / Al Centro Balducci la memoria parte dai giovani

Al Centro Balducci la memoria parte dai giovani

Venerdì 27 a Zugliano, concerto dei Filarmonici friulani affiancati a interventi e letture a tema

Al Centro Balducci la memoria parte dai giovani

Il Centro Balducci, il Comune di Pozzuolo e la Scuola di musica di Mortegliano assieme per la Giornata della memoria. Venerdì 27 a Zugliano, in Sala Petris, è in programma un’articolata serata tra interventi musicali e riflessioni, con un’attenzione particolare ai giovani, per fare memoria “non circoscrivendola in una data, pure importante, bensì vivendola, testimoniando l’insegnamento della memoria nell’oggi della storia per impegnarci a costruire un futuro più giusto e umano”.

Ad aprire la serata, l’intervento di Nicola Turello, Sindaco di Pozzuolo. A seguire, il concerto dell’Orchestra giovanile Filarmonici friulani diretta da Alessio Venier, che ha in programma musiche di Respighi, Vaughan-Williams e Grieg: tre composizioni diverse tra loro, che però sembrano tutte voler comunicare lo stesso messaggio, cioè che il passato ha valore solo se fatto costantemente rivivere nel presente.

A completare l’evento, coordinato da Giuseppe Tirelli della Scuola di musica di Mortegliano, le letture di Iacopo Morra e Elisabetta Raimondi della Civica accademia d’arte drammatica ‘Nico Pepe’ di Udine e la riflessione di Pierluigi Di Piazza.

“Vivere la memoria – spiega il direttore artistico - significa alimentarla e trasmetterla alle nuove generazioni. Vivere la memoria significa insieme assumere e rinnovare la responsabilità personale e farla diventare un ‘noi’ responsabile rispetto alla nonviolenza attiva e alla costruzione della pace, alla giustizia vissuta, all’accoglienza e al dialogo praticati in modo convinto e perseverante, anche in mezzo ad accresciute difficoltà”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori