Home / Sport news / Motostaffetta verso il Giro

Motostaffetta verso il Giro

Dopo il successo degli incontri dedicati alla sicurezza stradale per i giovani, il sodalizio si prepara per lo Zoncolan

Motostaffetta verso il Giro

E’ stato un fine settimana che ha riempito d’orgoglio i soci della Motostaffetta Friulana. Nei giorno scorsi, infatti, sono stati organizzati due incontri dedicati alla sicurezza stradale, appassionando circa 300 studenti delle classi quarte e quinte dell’Istituto tecnico economico a indirizzo turistico Savorgnan di Brazzà di Lignano Sabbiadoro, guidati dal professor Stefano Gigante, e del Liceo scientifico A. Einstein di Cervignano del Friuli con il dirigente Aldo Durì.

Con una serie di testimonianze dirette, filmati choc e proposte tecniche presentate dai soci Silvio Rinaldi e Dino Dell’Oste, quali un casco con uno speciale gel che promette un innovativo sistema di protezione, dimostrazioni pratiche di attivazione airbag per motociclisti, abbigliamento tecnico protettivo ad alta visibilità e confortevole, gli studenti sono rimasti piacevolmente coinvolti. Con il supporto della concessionaria Autostar, rappresentata da Federico Cabas, si è dimostrata l’efficacia dell’Abs per motociclette. La piacevole sorpresa è rappresentata dal fatto che, al termine delle giornate, gli studenti incuriositi e coinvolti hanno chiesto consigli e contatti sui temi trattati, segnale di un loro fattivo coinvolgimento ai temi trattati.

Aula gremita da parte di interessati e studenti anche in occasione del settimo Meeting delle Motostaffette del Friuli Venezia Giulia. Durante l’incontro, che ha goduto dei patrocini del Comune di Rive d’Arcano, della Provincia di Udine e della Regione, oltre a quelli, confermati, dei Ministeri delle Infrastrutture e dell’Interno, è stato letto un messaggio giunto direttamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il consigliere regionale Riccardo Riccardi ha consegnato la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al vicepresidente della Provincia di Udine, Franco Mattiussi, per la sensibilità dimostrata in merito ai temi legati alla sicurezza stradale dei motociclisti.

Ora, a conclusione di questo intenso maggio, la Motostaffetta Friulana sarà impegnata al Giro d’Italia con il sostegno dell’Agenzia Turismo Friuli Venezia Giulia e dell’assessore regionale Sergio Bolzonello. Dopo una serie di prove, sabato scorso è stato effettuato l’ultimo test sull’erta dello Zoncolan. Un motociclista, poi, sta scortando un operatore per le riprese del documentario che il regista lituano Arunas Matelis girerà lungo tutto il Giro e, in particolare, sul ‘Kaiser’. Il titolo, per ora provvisorio, è ‘Gladiatori, il Giro d’Italia all’ultimo respiro’. Sempre sabato nella tappa dello Zoncolan, circa 20 motociclisti trasporteranno in sella gli addetti tecnici delle squadre onde consentire loro un tempestivo intervento in caso di guasti meccanici.

La presenza della Motostaffetta Friulana alla tappa più difficile della corsa rosa replica le precedenti esperienze del 2010 e 2011. L’assistenza all’ultimo vincitore del 2011 lo spagnolo Igor Anton era stata prestata da Roberto Moimas. La tappa carnica rappresenta un unicum nel settore dell’assistenza tecnica. La presenza annunciata di migliaia di tifosi, la ridotta velocità, la limitata larghezza e le pendenze raggiunte dallo Zoncolan impediscono alle ammiraglie di salire al seguito dei corridori. Si può facilmente immaginare cosa accadrebbe in caso di panne alle vetture. Anche le motociclette non hanno vita facile, ricordiamo la moto Rai andata in fumo nel 2011.

La tappa rappresenterà un biglietto da visita per la nostra regione e dovrà essere affrontata con la massima concentrazione dai motociclisti che sfoggeranno sulla divisa il logo Friuli Venezia Giulia, consci che non si potrà sbagliare. I soci della Motostaffetta Friulana, che sono parte della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia diretta da Guglielmo Berlasso, saranno ripagati all’uscita dai tunnel dall’urlo della folla che inciterà gli atleti, il colpo d’occhio dell’arena naturale immetteranno una scarica di adrenalina aggiuntiva. Un curioso aneddoto lo regalano dalla Motostaffetta Friulana; memori della felice esperienza nelle passate edizioni, alcuni componenti dello staff tecnico dei top team, hanno preso contatti diretti con i motociclisti la Motostaffetta Friulana per assicurarsi i servizi.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori