Home / Sport news / Successo per il Meeting delle Motostaffette

Successo per il Meeting delle Motostaffette

L’ottava edizione dell’evento regionale a Gemona ha visto la presenza di quasi 400 studenti

Successo per il Meeting delle Motostaffette

E’ stata un’edizione dai contenuti ragguardevoli l’ottavo Meeting delle Motostaffette del Friuli Venezia Giulia svoltosi all’Isis D’Aronco di Gemona. All’iniziativa, organizzata dai soci la Motostaffetta Friulana, hanno partecipato quasi 400 studenti appartenenti alle classi IV e V dell’Isis D’Aronco e alle classi I e II dell’Isis Magrini/Marchetti. Ai saluti delle autorità presenti, con in testa il Prefetto di Udine Provvidenza Delfina Raimondo, è seguito l’intervento del consigliere regionale Riccardo Riccardi, che ha sottolineato come non si sarebbe trattato di una mattinata persa o tesa a evitare una difficile interrogazione, ma di un evento ricco di informazioni pratiche a tutela della propria incolumità. Riccardi ha concluso l’intervento ricordando il motto di una persona vittima di un incidente stradale “non bisogna avere paura di avere paura”.

Apprezzati i saluti del vicepresidente della Provincia di Udine, Franco Mattiussi, del vicepresidente della Comunità Collinare Gabriele Contardo e il referente della Consulta studentesca di Udine Emanuele Bertoni. La cerimonia ha raggiunto il culmine con la consegna della Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica donata all’evento per il quinto anno consecutivo. A calamitare l’uditorio - in sala ha regnato il silenzio assoluto - è stato l’intervento del dottor Giulio Trillò del Servizio di Elisoccorso regionale che ha saputo far vivere dal di dentro con immagini riprese direttamente dai soccorritori, il lavoro dell’equipe sanitaria durante le operazioni di soccorso in elicottero. Immagini spettacolari, interventi estremi, hanno lasciato i ragazzi inchiodati alle loro sedie, interessati come raramente capita di vedere.

Il presidente della Motostaffetta Friulana, Daniele Decorte, ha, quindi, evidenziato l’importanza dei dispositivi di protezione individuale anche in campo motociclistico e, con l’aiuto di alcuni video (che rappresentavano meglio di qualunque parola incidenti stradali capitati agli utilizzatori delle due ruote), si è cercato di spiegare come questi si sarebbero potuti mitigare, impiegando l’abs sul motociclo, oppure caschi innovativi, air bag da moto (di cui è stata realizzata una dimostrazione pratica), particolarmente utile in caso di caduta. E’ stata presentata anche una nuova pavimentazione drenante che potrebbe rendere l’asfalto meno scivoloso evitando l’effetto acquaplaning. A tal proposito il vicepresidente della Provincia di Udine Mattiussi ha annunciato la possibile installazione, lungo alcuni tratti della viabilità provinciale, di guardrail a tutela dei motociclisti.

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori