Home / Altri sport / Le Sentinels Isonzo entrano nel Flag Football da protagonisti

Le Sentinels Isonzo entrano nel Flag Football da protagonisti

Tre match vinti su tre per il team, che ha iniziato la sua avventura nel Campionato di II divisione

Le Sentinels Isonzo entrano nel Flag Football da protagonisti

E’ iniziata ufficialmente l’avventura dei Sentinels Isonzo nel mondo del Flag Football con un percorso netto. Tre match vinti su tre disputati nel primo Bowl del Campionato italiano di II divisione, ospitato nel campo della Flag Academy Trieste.

Contro i padroni di casa, dopo un primo tempo molto equilibrato, con entrambe le compagini che si studiano senza riuscire a prevalere sull’avversario, nella ripresa le sentinelle partono male in attacco, ma la difesa argina i danni e i triestini non riescono a prendere in mano la partita. Gli isontini si riorganizzano e, in poco più di un quarto, fulminano l’Academy mettendo a tabellone 21 punti. Risultato finale: 41 a 18 per i Gialloverdi.

Nella seconda partita, è il turno dei Cocai-Terraferma, formazione veneta branca della squadra campione del campionato 5 – man 20/21. Anche questo match inizia con un tempo intero di studio reciproco. Nel secondo tempo le Sentinelle prendono il ritmo, salgono in cattedra e, grazie a un attacco in gran spolvero (ben due touchdown segnati al primo snap) annichiliscono i malcapitati avversari. Risultato finale: 40 a 13 per i Gialloverdi.

Il match finale vede come avversari i nemici/amici Venezia Football team, compagine più volte affrontata sul campo dai Sentinels e sempre capace di mettere in difficoltà, grazie a giocatori di grande esperienza e qualità. Il caldo di Trieste e la stanchezza si fanno sentire e si tramutano in parecchi errori per entrambe le compagini. Alla fine forse paga un po' di esperienza in più dei Sentinels nel tackle, gli avversari commettono qualche fallo di troppo causa stanchezza e la partita si porta a casa con soli 5 punti di scarto. Risultato finale: 25 a 20 per i Gialloverdi.

“Abbiamo avuto l’occasione di rodare gli schemi provati in allenamento” commenta il neo-presidente Stefano Pitton alla fine del Bowl. “Grande performance del reparto offensivo che mette a segno 106 punti totali in tre partite. La società ha deciso di investire in questo nuovo progetto e, per ora, la scelta si sta rivelando vincente”. Tutto lascia ben sperare per il futuro di questa squadra di flag, Degna di nota, tra tutte, la prestazione offensiva e difensiva del rookie Matteo Parise. Di certo sono tre le cose che non mancheranno da qui in avanti per questi ragazzi: testa, cuore e grinta.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori