Home / Altri sport / Maniago Pordenone si arrende al Giorgione

Maniago Pordenone si arrende al Giorgione

Volley - Stop per 3-1 con qualche rimpianto, perchè le friulane meritavano il tie-break

Maniago Pordenone si arrende al Giorgione

Vince il Giorgione 3-1, ma le gialloverdi hanno messo in campo un grandissimo cuore e avrebbero meritato di giocarsi almeno il tie break. Dopo aver vinto il primo parziale le ragazze di Pasqualino Leone hanno avuto una flessione nei due parziali successivi, per poi riprendersi nel quarto, sfumato sul filo di lana. Si è comunque vista una squadra viva, che lotta e gioca bene, anche se gli allenamenti a ranghi ridotti delle ultime settimane condizionano la capacità di mantenere una certa intensità per tutta la gara.

Nel primo set grande prestazione delle gialloverdi che riescono ad imporsi in rimonta dopo un finale thrilling. Leone ha in pratica la formazione obbligata. Al centro gioca Francesca Zia dopo che Elisa Donarelli è stata costretta a terminare anzitempo la stagione a causa di un infortunio alla caviglia che necessità di un’operazione. Al palasport di Maniago arriva il lanciatissimo Giorgione che ha inserito durante il mercato invernale nel proprio roster, già di ottimo livello, la centrale Francesca Volpin, ex Aduna Padova e reduce da un anno in Erasmus in Portogallo, ma soprattutto “Cisky” Marcon che può portare in dote la sua più che decennale esperienza tra A1 e A2.

L’avvio delle castellane è lanciato: 4-7 e Coach Leone chiama tempo. La strigliata scuote le sue ragazze che piazzano un parziale di 5-0 e iniziano a credere nella possibilità di giocarsela a viso aperto. La partita diventa bella ed equilibrata. Entra in scena Gobbi, che macina punti. Un pallonetto dell’opposta pescarese ed un muro di Zia fanno volare le gialloverdi sul +2: 22-20. Ma le ragazze di Carotta non mollano e anzi si portano sul set point: 22-24. Qui entra in scena il cuore maniaghese che annulla diversi set point prima con Mignano e poi con Gridelli. Le coltellinaie mettono la freccia e sorpassano. A chiuderla un beffardo pallonetto di seconda di Pesce: 28-26.

Rientro della squadra ospite che impatta sull’1-1. Le maniaghesi pagano ad inizio parziale lo sforzo fisico e mentale che le ha portate a recuperare e vincere il set precedente con una squadra forte. Il risultato è un inizio choc che vede le castellane volare sul 3-11. In pratica il set è compromesso anche le coltellinaie da qui in poi giocano virtualmente alla pari con le ospiti. Si vedono più errori diretti da ambo le parti e la partita non è più così spettacolare. Giorgione vola sull’ 11-20. Maniago rientra con alcune buone azioni specialmente a muro: 16-22. Le trevigiane scappano nuovamente sul set point: 16-24. Le ragazze di Leone rientrano fino al 19-24, ma poi devono capitolare e concentrarsi sul set successivo: 19-25.

Giorgione completa la rimonta e passa a condurre per 1-2. L’inizio set è equilibrato fino al 3-3. Poi la battuta trevigiana mette in grossa difficoltà la seconda linea di casa e si passa in un amen sul 3-9. Il rientro sul 10-14 propiziato da un buon lavoro di squadra consiglia Carotta a chiamare time out. Il Giorgione riprende a veleggiare con un buon vantaggio anche se nel campo gialloverde si vedono buone giocate da parte di Gobbi: 15-21. Le coltellinaie faticano a reagire e alzano bandiera bianca sul 16-25.

Un Volley Maniago Pordenone dalle mille vite dimostra un grandissimo carattere e gioca un eccellente quarto set. Parte meglio il Giorgione che si porta sul 4-6.Gobbi impatta sul 7-7 e poi è Zia con un perentorio muro a decretare il primo vantaggio gialloverde. Le coltellinaie vanno sul 13-10, ma per tenere il ritmo forzano un paio di colpi collezionando altrettanti errori: 13-12. Gridelli si prende la palma di protagonista di questo scorcio di set e conquista tre punti consecutivi: 17-14. Pareggio ospite sul 17-17. Si procede punto a punto fino a quando un muro su Mignano manda avanti il Giorgione: 21-22 e time out di Leone. Purtroppo 3 palloni di fila che sembravano nettamente a favore delle maniaghesi sono state valutate diversamente dagli arbitri. Vince il Giorgione che si dimostra una bellissima squadra, ma dispiace perchè le ragazze di Leone avrebbero meritato di giocarsi il tie break e invece escono dal parquet con l’amaro in bocca e l’antipatica sensazione di essere state vittime di un torto.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori