Home / Altri sport / Nuovo direttivo per la ciclistica Pieris

Nuovo direttivo per la ciclistica Pieris

Nuovo direttivo per la ciclistica Pieris

Lockdown permettendo, già da febbraio inizieranno le prime uscite. Ma l'attività non si è mai fermata

La Ciclistica Pieris inizia la stagione 2021 con rinnovato entusiasmo. Le attività non si sono mai fermate e i giovani ciclisti sono rimasti in attività con l'ormai famosa didattica online.

Gli allenatori e gli accompagnatori si sono attrezzati già dal primo lockdown con le varie piattaforme online per tenere gli atleti motivati e preparati. I ragazzi seguono costantemente le lezioni di ginnica attraverso il piccolo schermo, consapevoli che una buona preparazione invernale contribuisce a mantenere le loro caratteristiche coordinative e condizionali.

Lockdown permettendo, già da febbraio inizieranno le prime uscite per dare la possibilità ai piccoli atleti di rivedere i propri compagni di squadra, così da potersi sfidare e divertire assieme.

Nel frattempo, a dicembre si sono svolte le elezioni per il rinnovo del direttivo. Ora la società è composta da ben dieci consiglieri; alla guida l’imprenditore Amos Pupin (nella foto), aiutato dallo storico presidente Nillo Canciani alla vice presidenza; Guido Carlet è rimasto a seguire la segreteria e l’organizzazione delle gare, mentre Massimiliano Mauro avrà la responsabilità della tesoreria.

Il nuovo presidente Pupin esprime un grosso plauso al direttivo uscente per aver portato alla Ciclistica Pieris risultati, riconoscimenti, sostenitori e atleti. "In questa società ho trovato uno spirito e un ambiente unico, fatto di entusiasmo, collaborazione e umanità e sono questi i valori che mi hanno spinto ad assumere questa responsabilità".
“Sembra di essere in un’azienda o meglio in un famiglia", prosegue Pupin. "Ognuno sa cosa fare, prende l’iniziativa, aiuta come può in qualsiasi occasione. Anche il gruppo dei genitori è coeso. Vedere questa disponibiltà ci commuove e ci spinge a fare meglio ogni giorno”.

“Credo che questa società abbia un’anima e chi conosce la storia della nostra realtà lo sa ed è onorato di farne parte. Anche il comune di San Canzian d’Isonzo e le istituzioni sono molto vicine allo sport e, soprattutto, a questo storico sodalizio. Auguro a tutte le persone a noi vicine un 2021 con tanta voglia di pedalare!”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Tendenze

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori