Home / Cronaca / 'No Green Pass', annullato il corteo di venerdì 22 a Trieste

'No Green Pass', annullato il corteo di venerdì 22 a Trieste

La manifestazione, organizzata dal neonato Coordinamento 15 ottobre, è stata revocata. "Non venite in città, è una trappola"

Riflettori sempre accesi su Trieste che si conferma la ‘capitale’ del movimento no Green Pass. Mentre in piazza Unità continua il presidio ormai ‘permanente’ dei manifestanti, per venerdì 22 ottobre era stato indetto un nuovo corteo, con l'attesa partecipazione di 20mila persone. Una manifestazione che non si terrà.

La Questura di Trieste informa che “il preavviso del corteo è stato revocato, quindi, venerdì, stando a quanto appreso dagli organizzatori, il corteo non ci sarà”.

Il neonato Coordinamento 15 ottobre aveva richiesto l’autorizzazione per lo svolgimento della manifestazione, in programma dalle 14, e per l’occupazione della piazza sabato 23, quando una rappresentanza dei ‘no Pass’ incontrerà il ministro Stefano Patuanelli.

A spiegare in un video perchè i due appuntamenti di venerdì e sabato non si faranno è il portavoce Stefano Puzzer: "Fidatevi di me. Ci sono centinaia di persone che vogliono venire a Trieste per rovinare l'obiettivo a tutti. Abbiamo annullato le due manifestazioni. Non voglio mettere a repentaglio la vostra incolumità. C'è qualcuno che non vede l'ora di approfittare della situazione, per poi scaricare la colpa sul Coordinamento. Non ho nessuna pressione, ho solo la preoccupazione per chi vuole manifestare pacificamente. Non venite in città, non muovetevi da casa. E' una trappola nella quale non dobbiamo cadere. Verrò io nelle vostre città nei prossimi giorni".

Resta il dubbio, invece, sulla manifestazione non autorizzata indetta da altri gruppi (non meglio precisati) e pubblicizzata sui social per la mattinata di domani, con partenza alle 9 da piazza Goldoni. “Sta circolando un volantino non ufficiale – ha precisato dal Coordinamento 15 ottobre Matteo Schiavon – che fa riferimento a una manifestazione venerdì mattina, che nulla ha a che fare con noi”.

1 Commenti
Vin62

Prima fanno arrivare la gente da tutta Italia poi il giorno prima dicono che la manifestazione non si fa più....adesso se succede qualcosa non è colpa loro...

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori