Home / Cronaca / A Gorizia batte il cuore della solidarietà

A Gorizia batte il cuore della solidarietà

Nell'arco di poche ore, già raccolti quintali di generi alimentari per le persone in difficoltà

A Gorizia batte il cuore della solidarietà

Buone notizie da Gorizia, nel consueto aggiornamento del sindaco Rodolfo Ziberna. "Amici, non so più cosa dire di questa mia straordinaria città. Nei giorni scorsi vi ho parlato di diverse iniziative di solidarietà fra cui la raccolta di generi di prima necessità nei supermercati cittadini ideata dal Comune e organizzata da Protezione civile e alpini".

"Ebbene, in poche ore è stata raccolta una quantità incredibile di prodotti. I goriziani hanno lasciato sui banchetti circa 5 quintali di pasta e 2 ettolitri di latte ma anche 465 scatolette di tonno, 371 sughi e pelati, 269 di legumi in scatola, un centinaio di pacchi di caffe e altrettanti di zucchero. Molti hanno pensato ai bambini donando oltre un centinaio di omogeneizzati, una ventina di confezioni di pannolini, salviettine per l'infanzia, latte in polvere, succhi di frutta, quasi 200 pacchi di biscotti e pastina per bimbi. Non sono rimasti esclusi neppure gli animali con più di 50 confezioni di cibo per cani e gatti. E poi ancora olio, riso, pasti pronti, dentifricio e carta igienica", spiega Ziberna.

"Sono commosso e ringrazio davvero il grande cuore dei goriziani. Già oggi pomeriggio i volontari della Protezione civile e degli Alpini hanno cominciato la distribuzione dei pacchi spesa confezionati con i prodotti raccolti alle persone che già nei giorni scorsi avevano segnalato le loro condizioni di necessità".

"Rammento ancora a chi ne avesse bisogno di telefonare al numero dei servizi sociali 0481/383377 e di compilare i moduli che saranno scaricabili dal sito del Comune a partire da sabato e, in forma cartacea, nell'atrio del Municipio. Colgo l'occasione per chi non ha il coraggio di chiedere aiuto. Vi prego, fatelo, in qualsiasi forma, anche mandando un messaggio al sottoscritto, l'anonimato sarà garantito. E se non vi serve la spesa ma ci sono altri problemi dovuti al Coronavirus chiamate ugualmente. Nessuno deve sentirsi solo e abbandonato. Chiamate", invita il sindaco.

"Oggi ho parlato in videoconferenza con l'assessore regionale alla sanità, Riccardo Riccardi, che mi ha dato la notizia di calo, nell'Isontino, del rapporto fra tamponi fatti e casi positivi. Merito del grande senso di responsabilità delle persone. È vero, ci sono ancora dei casi ma sono tutti legati a focolai definiti, partiti tempo fa e a situazioni particolari come il componente di quella famiglia che non aveva sintomi particolari se non la carenza di gusto e olfatto e si è accorto di qualcosa che non andava solo diversi giorni dopo, quando un altro componente della famiglia gli ha detto di avere lo stesso sintomo".

"Oggi nella nostra città abbiamo complessivamente 47 casi positivi, uno più di ieri. Un grande augurio per una veloce guarigione a tutti. E alla nostra Gorizia dal grande cuore un abbraccio ancora più forte e pieno di orgoglio", conclude Ziberna.

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori