Home / Cronaca / A4, varata la campata centrale del cavalcavia del Nodo di Portogruaro

A4, varata la campata centrale del cavalcavia del Nodo di Portogruaro

Nella notte posizionata l'opera principale del secondo lotto della terza corsia dell’autostrada. Tratto riaperto dalle 8

E’ stata varata nella notte la campata centrale del cavalcavia del Nodo di Portogruaro, opera principale del primo sub lotto del secondo lotto della terza corsia dell’autostrada A4. Alle 21.30 sono iniziate le operazioni di trasporto del manufatto sui carrelloni e, in poco più di due ore, la carpenteria metallica – del peso di 510 tonnellate (il doppio rispetto agli altri cavalcavia finora varati) e della lunghezza di 60 metri – è stata appoggiata sulle pile. Il cavalcavia è il quarto a essere stato varato dopo quelli di Teglio – Fratta, Teglio - Gorgo e Casermette (la notte scorsa è stata gettata la soletta su quest'ultimo manufatto). A questo punto il cantiere del primo sub lotto del secondo lotto (Alvisopoli – Portogruaro) può dirsi completato per circa il 40% della sua interezza.

I lavori in questo tratto di strada di quasi 9 chilometri comprendono la ricostruzione di ben 24 opere (8 sottopassi, 8 scatolari per la raccolta delle acque, 5 cavalcavia e 3 ponti). Per quanto riguarda gli scatolari (manufatti in calcestruzzo che consentono il collegamento idraulico dei fossi che raccolgono l’acqua dell’autostrada) tutti sono stati spinti sotto l’autostrada e per alcuni di questi sono iniziate le lavorazioni di prolungamento a nord della A4. A buon punto sono anche i sottopassi – tra i quali uno ferroviario lungo la linea Portogruaro – Casarsa e uno ciclopedonale -, tutti dotati di solette (i piani d’appoggio) che a breve verranno cementate. Nei giorni scorsi sono state varate le travi del sottopasso della strada provinciale 463. Tra gli interventi finora effettuati anche l’allargamento parziale dei ponti sul fiume Lemene (varo dell’impalcato sulla carreggiata est), sulla roggia Versiola (montaggio della porzione di ponte che ospiterà temporaneamente le due corsie in direzione Trieste) e sul canale Taglio (varo a fianco dell’esistente in direzione Venezia).

Infine i cavalcavia: per quello sovrastante la strada provinciale 251 si è conclusa la costruzione delle pile e delle spalle e prossimamente verrà varata la campata centrale; sul Teglio – Fratta e su Casermette è stata gettata la soletta; e infine per quanto riguarda il Teglio – Gorgo sono state varate le campate laterali.

Al termine delle lavorazioni effettuate nella notte, l’autostrada A4 è stata riaperta poco dopo le 8 di oggi, con due ore di anticipo rispetto alle previsioni.



1 Commenti
franco.marizza@tin.it

Alla fin fine :- il costo della 3° corsia è pari al costo di una nuova autostrada.- Forse sarebbe stato meglio avere due autostrade.-

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori