Home / Cronaca / Alma ancora in ritardo sul pagamento degli stipendi

Alma ancora in ritardo sul pagamento degli stipendi

La denuncia dei sindacati, che fanno appello a istituzioni e privati che si servono dell'agenzia per il lavoro

Alma ancora in ritardo sul pagamento degli stipendi

"Ancora una volta, come da diversi mesi a questa parte, l’Agenzia per il lavoro Alma Spa non ha adempiuto al pagamento degli stipendi di dicembre 2018 nei termini imposti dal contratto collettivo di settore, che prevede il pagamento entro il giorno 15 del mese successivo", denuncia Tommaso Billiani, segretario Felsa Cisl Fvg. "Si tratta dell’ennesima goccia in un vaso già traboccato da tempo. Il pagamento degli stipendi, infatti, risulta ritardato anche di 6 e 7 giorni rispetto ai termini da almeno cinque mesi. Ulteriore elemento di preoccupazione è l’intenzione di Alma, annunciata alla fine di settembre, di cedere un ramo d’azienda a una società con sede legale in Romania".

"Per questi motivi e per il comportamento di Alma, che finora non ha saputo fornire spiegazioni adeguate e non si è rivelata affidabile rispetto agli impegni assunti al tavolo di trattativa instaurato a livello nazionale da Felsa Cisl, NidilCgil e Uiltemp, il 4 dicembre era stato proclamato lo sciopero nazionale dei lavoratori somministrati di Alma, che aveva avuto ottimi risultati in termini di adesione da parte dei lavoratori", continua Billiani.

"In Friuli Venezia Giulia, Alma opera in misura molto rilevante all’interno dell’indotto di Fincantieri, somministrando il proprio personale a numerose aziende appaltatrici e/o collegate economicamente al Gruppo. Per quanto riguarda, invece, la provincia di Udine, Alma somministra personale ad alcuni prosciuttifici del consorzio del San Daniele o del relativo indotto produttivo. Importante rilevare che Alma è anche main-sponsor della squadra di basket che milita in A1. Chiediamo - prosegue il sindacato - a tutti i soggetti pubblici e privati che collaborano con Alma una netta presa di distanze da questi comportamenti, che hanno di gran lunga oltrepassato la soglia della nostra tolleranza. Siamo pronti ad assistere i lavoratori in qualsiasi tipo di azione contro l’agenzia, anche di tipo legale".

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori