Home / Cronaca / Anche la Rete si mobilita per Giulio Regeni

Anche la Rete si mobilita per Giulio Regeni

Lo studente di Fiumicello è scomparso dal 25 gennaio al Cairo, dove sta seguendo un dottorato. I suoi genitori sono volati in Egitto per seguire gli sviluppi della vicenda. Tanti i tweet su #whereisgiulio

Anche la Rete si mobilita per Giulio Regeni

Resta altissima l’attenzione sulla vicenda di Giulio Regeni, il 28enne di Fiumicello che, dal 25 gennaio, è misteriosamente scomparso al Cairo. Lo studente friulano si trovava in Egitto per un dottorato ma, dalla serata di lunedì scorso, non dà sue notizie. Il giovane doveva partecipare a una festa di compleanno dalla stazione di Behoos a Midan Babellouk  dove, però, non è mai arrivato. Immediato l'allarme dei conoscenti. I famigliari sono stati informati della scomparsa di Giulio e hanno immediatamente raggiunto l'Egitto. La notizia, in Italia, è stata invece diffusa soltanto domenica sera dalla Farnesina.

Tra le ipotesi, ancora al vaglio degli inquirenti, c’è anche quella di un legame con le manifestazioni che, proprio lunedì, hanno registrato tumulti, arresti e feriti nella capitale egiziana per il quinto anniversario della rivoluzione che, nel 2011, depose il presidente Hosni Mubarak. Da fonti istituzionali egiziane, però, Regeni non risulta tra gli arrestati, né tra le persone coinvolte nei tafferugli.

Sostegno sui social
Anche la Rete si sta mobilitando per aiutare le ricerche. In tanti stanno scrivendo su twitter, tramite l’hastag #whereisgiulio, manifestando il proprio sostegno da varie parti del mondo. La mobilitazione social è stata lanciata dagli amici del dottorando di Cambridge, dove la notizia della sua scomparsa è apparsa anche sui media britannici.

Serracchiani contatta l'ambasciatore italiano

Anche la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani si è interessata alla vicenda, contattando in serata con l'ambasciatore italiano al Cairo, Maurizio Massari, al quale ha chiesto di essere tenuta al corrente di eventuali sviluppi.
"Dalla Regione seguiamo con attenzione e partecipazione questa situazione - ha detto Serracchiani - stando vicini alla famiglia di cui riusciamo solo a immaginare l'angoscia". In queste ore la presidente della Regione è stata anche in contatto con la Farnesina.

News dalla Farnesina
L'Ambasciata d'Italia al Cairo e la Farnesina stanno seguendo con la massima attenzione e preoccupazione la vicenda di Giulio Regeni. Il Ministro degli Affari Esteri Paolo Gentiloni domenica sera, appena resa nota la notizia, ha avuto un colloquio telefonico con il suo omologo egiziano Sameh Shoukry, al quale ha richiesto con decisione il massimo impegno per rintracciare il connazionale e per fornire ogni possibile informazione sulla sue condizioni.

L'Ambasciata al Cairo, sin dalle prime ore dalla sparizione, ha subito attivato canali di comunicazione diretta e una stretta attività di coordinamento con tutte le competenti Autorità egiziane, ed è in attesa di ricevere elementi sulla dinamica della sparizione.

Articoli correlati
0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori