Home / Cronaca / Atti osceni al giardino pubblico de Tommasini

Atti osceni al giardino pubblico de Tommasini

La Polizia locale di Trieste ha colto sul fatto un 47enne, grazie alla pronta segnalazione di una ragazzina

Atti osceni al giardino pubblico de Tommasini

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 21 luglio, quando il giardino pubblico de Tommasini era gremito di giovani, mamme con bambini e anziani in cerca di un po’ di refrigerio, una 16enne, molto scossa, ha suonato al campanello del Distretto B della Polizia Locale, che ha sede proprio nel parco. Agli agenti, la ragazza ha detto di aver visto poco prima un uomo di circa quarant’anni seduto su una panchina che, al suo passaggio, ha iniziato a masturbarsi.

Il personale ha attivato il Nucleo di Polizia Giudiziaria, che in pochi minuti ha raggiunto il giardino e ha individuato l’uomo, predisponendo un servizio di osservazione e controllo. Dopo alcuni minuti, al passaggio di una giovane donna, l’uomo ha ripreso gli atti di auto-erotismo, ma è stato subito raggiunto dagli agenti. Vista la mala parata, il cittadino sloveno di 47 anni, senza precedenti penali, ha opposto resistenza al fermo. Alla fine è stato ammanettato e portato negli uffici della caserma San Sebastiano, dove è stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico, aggravati dal fatto che il reato è stato commesso in un luogo abitualmente frequentato da minori.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori