Home / Cronaca / Auto sospetta a Villa Primavera: scatta l'inseguimento in viale Venezia

Auto sospetta a Villa Primavera: scatta l'inseguimento in viale Venezia

Una Opel Astra, risultata intestata a un prestanome milanese, si aggirava nella zona con a bordo due persone dal volto travisato

Auto sospetta a Villa Primavera: scatta l\u0027inseguimento in viale Venezia

Nel tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Udine hanno intercettato, nella zona residenziale di Villa Primavera, a Campoformido, un'autovettura Opel Astra con a bordo due persone con il volto travisato. Sono parse subito persone sospette.

I due, alla vista dell'equipaggio della Stazione dei Carabinieri di Campoformido, comandata dal Maresciallo Maggiore Giovanni Sergi, che nel frattempo erano intervenuti a supporto per procedere al controllo, sono scappati a tutto gas fuggendo in direzione Udine. Evidentemente avevano qualcosa da nascondere. Ne è nato così un inseguimento: i malviventi, giunti in viale Venezia, dopo aver cercato ripetutamente di speronare lateralmente la vettura dei Carabinieri, hanno abbandonato il veicolo sulla carreggiata dileguandosi a piedi per le vie limitrofe.

All'interno della vettura sono stati trovati numerosi oggetti atti allo scasso: evidentemente due stavano per mettere al segno dei furti nella zona residenziale di Villa Primavera; furti che sono stati sventati dal tempestivo intervento dei militari dell'Arma.

A seguito di diversi accertamenti è emerso che il veicolo risulta di proprietà di un 61enne di Milano intestatario di 37 autoveicoli; l'uomo è quindi un prestanome. L'autovettura e gli strumenti per l'effrazione sono stati sequestrati.

La comunità che vive in questa zona ringrazia in particolare i Carabinieri della Stazione di Campoformido perché ogni segnalazione che giunge dal cittadino preoccupato non viene mai sottovalutata e c'è la massima attenzione nella sorveglianza della zona. Proprio ieri diverse famiglie avevano segnalato la presenza di auto sospette.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori