Home / Cronaca / Caso di Coronavirus nella Base Usaf di Aviano

Caso di Coronavirus nella Base Usaf di Aviano

Positivo il marito di una dipendente del 31° Fighter Wing. In 71 in isolamento volontario e tre in quarantena

Caso di Coronavirus nella Base Usaf di Aviano

Primo caso di Coronavirus nell’ambito della Base Usaf di Aviano. E’ risultato positivo un civile americano, coinugato con una dipendente del 31° Fighter Wing. La conferma è arrivata tramite il tampone eseguito dall'ospedale di Pordenone. La notizia è stata comunicata ufficialmente attraverso un incontro in streaming con la popolazione che vive all'interno della Base.

Sono 71 le persone che si trovano in isolamento, 41 delle quali con sintomi, mentre tre persone, entrate a più stretto contatto con l'uomo positivo (che vive fuori dalla Base), sono in quarantena.

Sono state nel frattempo varate misure di sicurezza più stringenti all'interno della struttura militare. Previsti maggiori controlli nei supermercati, dove sarà imposto il rispetto delle distanze. I parchi rimarranno aperti, ma con divieto di assembramenti. Le scuole interne sono già chiuse da giorni e proseguono la didattica online.

Il primo caso positivo ha allarmato i 750 dipendenti italiani che lavorano all'interno della Base, come confermano i rappresentanti sindacali Eugenio Sabelli della Cisl e Angelo Zaccaria della Uil che riferiscono come le disposizioni del Dpcm non siano sempre state seguite alla lettere. Proprio per la tutela dei lavoratori, non sono escluse azioni sindacali.

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori