Home / Cronaca / Colpo di calore sul Glemine, soccorso uno scalatore

Colpo di calore sul Glemine, soccorso uno scalatore

Recuperato in volo un 30enne di Trento, che si era sentito male mentre era in cordata con un amico

Colpo di calore sul Glemine, soccorso uno scalatore

La stazione di Udine del Soccorso Alpino e Speleologico e la Guardia di Finanza sono stati attivati, assieme all'elisoccorso regionale e all'ambulanza, intorno alle 14.10 tramite il Nue112 e la Sores per una cordata di rocciatori in difficoltà.

I due scalatori si trovavano alla sesta lunghezza dello Spigolo del Glemine quando uno dei due, un 30enne di Trento che vive nella nostra regione, si è sentito male. Sul posto è stato verricellato il tecnico di elisoccorso che ha recuperato, in due successive rotazioni, entrambi gli scalatori sbarcandoli poi al campo base.

Il rocciatore che si è sentito male aveva probabilmente accusato un colpo di calore, incentivato dal fatto che non indossava il casco protettivo. Visitato dal medico, il giovane è poi rientrato autonomamente assieme all'amico. L’intervento si è concluso intorno alle 15.

3 Commenti
Ezio58

Denota una forma patologica di egoismo sfrenato, perché chi lo fa non pensa ai rischi degli eventuali soccorritori ma solo a soddisfare la propria vanita'.

Ezio58

Concordo, salire alle 14.10 in cordata senza casco ne cappello, una sfida al destino....boh.

Mag64

E anche qui tanta leggerezza e la spesa non indifferente per Fvg

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori