Home / Cronaca / Condannati in primo grado per furto, i Ris di Parma li scagionano

Condannati in primo grado per furto, i Ris di Parma li scagionano

Dopo una nuova perizia, due udinesi sono stati assolti dalla Corte d'Appello di Trieste

Condannati in primo grado per furto, i Ris di Parma li scagionano

Il Tribunale di Udine li aveva condannati a tre anni e due mesi di reclusione ciascuno per aver tentato di rubare i video poker da una stazione di servizio di Cervignano. Dopo una nuova perizia affidata ai Ris di Parma, la Corte d’appello di Trieste li ha assolti. Protagonisti della vicenda giudiziaria sono un 47enne e un 35enne, entrambi residenti a Udine.

I due erano stati riconosciuti colpevoli di aver cercato nell’aprile 2019 di sradicare le macchine, compresi i cambia monete, dall’area di servizio Q8 di Cervignano assieme ad altri due complici. Non ci erano riusciti perché i dispositivi erano fissati al muro. Poi erano scappati a bordo di un’automobile rubata a Budoia. Erano stati identificati grazie alla coincidenza dei vestiti e delle scarpe ripresi dalle telecamere di servizio con alcuni indumenti sequestrati a casa loro.

I loro difensori, gli avvocati Nicoletta Menosso e Pieraurelio Cicuttini, avevano fatto ricorso in appello perché, a loro avviso, la somiglianza tra gli indumenti ripresi e quelli sequestrati, molto comuni, non consentivano di identificare i loro assistiti. La nuova perizia disposta dalla Corte e affidata ai Ris di Parma ha consentito di stabilire una compatibilità tra gli uomini ripresi dalle telecamere e gli imputati, ma non una sicura identificazione.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori