Home / Cronaca / Coppia sospetta fermata in auto, scatta il rimpatrio

Coppia sospetta fermata in auto, scatta il rimpatrio

Gli agenti della Volante hanno scoperto a loro carico una lunga lista di precedenti per truffa, ricettazione, accattonaggio e resistenza a pubblico ufficiale

Coppia sospetta fermata in auto, scatta il rimpatrio

Questa mattina, la Questura di Pordenone ha effettuato il rimpatrio di una coppia di cittadini rumeni con divieto di fare rientro in Italia per cinque anni.

I due, marito e moglie di 26 e 27 anni, verso le 11 di ieri erano stati fermati da un equipaggio della Squadra Volante in via Riviera a bordo di una Bmw. La coppia, in Italia senza fissa dimora, non ha saputo giustificare agli agenti la presenza in città. Accompagnati negli uffici della Questura, è emersa a loro carico una lunga lista di segnalazioni per truffa, ricettazione, accattonaggio e resistenza a pubblico ufficiale. A inizio anno, i due erano stati denunciati nelle province di Verona, Belluno e Genova e, da ultimo, a Pordenone per esercizio molesto di accattonaggio: nella circostanza, all’interno di un centro commerciale, marito e moglie simulavano di essere muti.

E’ stato così attivato l’Ufficio Immigrazione e, sussistendone i presupposti, il Questore Marco Odorisio ha proposto alla Prefettura il provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale, convalidato questa mattina dal Tribunale di Trieste. Al termine dell’udienza, i poliziotti hanno accompagnato al valico italo-sloveno la coppia, che non potrà fare rientro in Italia per cinque anni.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori