Home / Cronaca / Coronavirus: Croazia, Slovenia e Serbia osservate speciali

Coronavirus: Croazia, Slovenia e Serbia osservate speciali

In aumento i positivi registrati negli ultimi giorni nell'area dell'ex Jugoslavia, ma anche in altri Paesi dei Balcani

Coronavirus: Croazia, Slovenia e Serbia osservate speciali

C'è preoccupazione per l'aumento del numero di nuovi positivi al Covid 19 registrati dal 24 giugno in Croazia e per l'aumento dei casi anche in Slovenia. Lunedì 29 giugno in Croazia sono stati registrati 34 nuovi contagi (su un totale di 2.725), ma nessuno in Istria, in questo periodo meta di tanti turisti tra cui molti italiani, mentre in Slovenia si sono registrati 4 casi su 1.585 totali.

I dati di oggi, martedì 30 giugno, saranno determinanti. Se in Croazia si registrerà ancora un aumento dei positivi la Slovenia rimuoverà il Paese di Zagabria dalla 'lista verde' delle nazioni considerate sicure. Si preannunciano, quindi, più controlli ai confini per tenere sotto controllo l'epidemia, come ha spiegato ieri il portavoce dell'esecutivo di Lubiana, Jelko Kacin.

Anche la Serbia è un'osservata speciale a causa dell'aumento dei contagi registrati negli ultimi giorni (ieri 242 casi in più su un totale di 14.288) e da domani torna l'obbligo di indossare la mascherina protettiva, oltre che sui mezzi pubblici, anche nei negozi, centri commerciali, bar, ristoranti, locali, uffici e banche. Sono attese anche nuove misure di contenimento dell'epidemia all'aperto e al chiuso. In Serbia, infatti, gli stadi sono tornati a popolarsi in occasione dei numerosi eventi sportivi svolti alla presenza del pubblico. Eventi che ora si teme potrebbero determinare una ripresa dei contagi. Nella capitale Belgrado, infatti, si registrano nuovi focolai di Coronavirus e un aumento di ricoveri in terapia intensiva, il triplo rispetto a pochi giorni fa.

Contagi in aumento, negli ultimi 15 giorni, anche in Macedonia del Nord (+174 i positivi registrati ieri su un totale di 6.080), Bosnia Erzegovina (+390 nuovi casi ieri su 4.325), così come in Romania (+269 casi registrati ieri su 26.582), Bulgaria (+140 casi su 4.831 totali) e Montenegro (+20 positivi per un totale di 501 casi).

Ieri in Italia si sono registrati 126 nuovi casi su un totale di 240.436 positivi da inizio epidemia. In Fvg, lunedì 29 giugno, non si sono registrati nuovi casi nè decessi. Le persone attualmente positive al Coronavirus in Friuli Venezia Giulia sono 102

 

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori