Home / Cronaca / Crac Coopca, la Regione non andrà a giudizio

Crac Coopca, la Regione non andrà a giudizio

Lo ha deciso oggi il nuovo collegio del Tribunale di Udine, davanti al quale si celebrerà il processo

Crac Coopca, la Regione non andrà a giudizio

La Regione Friuli Venezia Giulia non sarà chiamata a giudizio sul crac Coopca. Lo ha stabilito il nuovo collegio, presieduto dal giudice Paolo Milocco, davanti al quale si celebrerà il processo al Tribunale di Udine, che vede imputati i vertici della storica cooperativa carnica di consumo.

Le parti civili avevano citato l’Amministrazione regionale come responsabile per l’omessa vigilanza su quanto stava accadendo nella gestione della cooperativa, poi sciolta a settembre 2016, dopo 110 anni di attività. Quello della Coopca, lo ricordiamo, è un crac da quasi 100 milioni. I soci avevano investito risparmi fino a 30 milioni, ai quali si aggiungono 7 milioni di depositi in azioni.

Nel respingere l'istanza, la Corte ha richiamato le motivazioni con cui già il giudice unico, nell’udienza preliminare, aveva rigettato la richiesta delle parti civili. Il collegio ha respinto anche un'altra questione preliminare, avanzata dalla difesa di uno degli imputati sulla sua incapacità di stare in giudizio. E' stato dichiarato aperto il dibattimento: il processo è stato aggiornato al 29 novembre.

In settimana sono intanto programmate due assemblee dei soci della Coopca: il 16 ottobre alle 20.30 a Tolmezzo, nella sala parrocchiale di via Lequio 2, e il 17 ottobre alle 20.30 a Codroipo nella sala conferenze dell’oratorio parrocchiale di via del Duomo. Saranno presenti la presidente dell'associazione Consumatori Attivi Barbara Puschiasis e l'avvocato Gianberto Zilli. Tra i temi al centro del doppio incontro, oltre a un aggiornamento sul processo penale, anche la situazione per quanto riguarda il fondo d'indennizzo regionale, che è stato deliberato ma è ancora lontano dall’essere operativo.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori