Home / Cronaca / Diplomarsi al Pertini... e lavorare in Fincantieri

Diplomarsi al Pertini... e lavorare in Fincantieri

Un sogno per molti giovani che prende forma grazie all'accordo tra Comune di Monfalcone, azienda e Ufficio scolastico

Diplomarsi al Pertini... e lavorare in Fincantieri

Terminare gli studi superiori e trovare quasi subito un’occupazione. Un sogno, per moltissimi giovani. A Monfalcone, dal prossimo anno, potrebbe essere realtà una classe sperimentale, a partire dalla prossima terza, ad indirizzo navalmeccanico. Al termine dei corsi gli studenti potranno avere l’opportunità di entrare direttamente in Fincantieri. A stabilirlo un’apposita riunione che ha avviato il progetto e la collaborazione tra l’Isis Pertini, l’Ufficio Scolastico Regionale, Fincantieri e l’amministrazione comunale di Monfalcone.

“In questi tre anni con Fincantieri abbiamo fatto tanti passi avanti e quello di oggi è particolarmente importante. È necessario che costruiamo insieme il futuro di questa città, quindi abbiamo il compito di far restare i giovani sul territorio. Di qui la volontà di creare un nesso forte tra la formazione e l’ingresso nel mondo del lavoro”, ha spiegato il sindaco, Anna Cisint, che ha ringraziato la Fincantieri e fatto un plauso al Pertini, scuola che si è sempre data molto da fare per la professionalizzazione tramite l’apprendimento. Dopo il biennio comune a tutti gli iscritti, nel triennio sarà proposto appunto un percorso sperimentale declinato sulle esigenze della navalmeccanica, incardinato nell’indirizzo esistente di Manutenzione e assistenza tecnica.

Un progetto che ha già ottenuto il sostegno dello stesso amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, che ha assicurato al primo cittadino che i diplomati saranno assunti dall’azienda stessa, non dalle realtà dell’indotto. “Anche per noi è un progetto molto stimolante, sarà un’opportunità per i nostri giovani ma anche per la nostra azienda di poter contare su personale preparato adeguatamente. Costruire una nave richiede una serie di competenze variegate, quindi non si tratterà di una formazione monolitica”, ha precisato Roberto Olivari, direttore dello stabilimento Fincantieri di Monfalcone.

“Si tratta di un progetto che ha tutte le carte in regola per essere un apripista per diventare un modello da esportare. I ragazzi saranno accompagnati con una certificazione di competenze costruite nel corso del triennio di studio, in un percorso scritto a quattro mani dalla scuola e dalla Fincantieri”, ha rimarcato il direttore scolastico regionale Daniela Beltrame, che si è detta ottimista sula possibilità di passare dalle parole ai fatti già nel prossimo anno scolastico.

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori