Home / Cronaca / Fuc a fine corsa

Fuc a fine corsa

La Regione ha deciso di cedere a Rete Ferroviaria Italiana la linea Udine Cividale. Proseguono intanto i lavori di ammodernamento

Fuc a fine corsa

L a linea ferroviaria Udine Cividale tornerà presto nelle mani di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi). La Giunta regionale ha approvato, lo scorso 24 luglio, lo schema di Accordo tra Regione, Ferrovie Udine Cividale (Fuc) e Rfi per “la realizzazione delle attività propedeutiche al subentro di Rfi nella gestione dell’infrastruttura ferroviaria”. Nella stessa delibera la Giunta si è riservata, al termine dell’attività di analisi e conoscitiva realizzata nell’ambito dell’accordo - senza oneri a carico della Regione - le determinazioni conclusive sul subentro di Rfi. Il passaggio era nell’aria perché già nella delibera del 23 giugno 2017, la Giunta regionale aveva definito strategico il rapporto di collaborazione e supporto tecnico tra Fuc e la Rfi  sull’attività di gestione dell’infrastruttura, soggetta per altro a un esteso intervento di ammodernamento, lavori che sono in via di completamento e garantiranno l’adeguamento tecnologico agli standard di sicurezza richiesti dall’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (Ansf).

L’obiettivo era stato conferma to con una successiva delibera del 14 dicembre 2018 sul Contratto di servizio con la Fuc per il biennio 2019-2020, nella quale si specificava che “la Giunta Regionale, in ragione della sempre maggiore complessità correlata alla gestione della linea ferroviaria in questione, ha confermato, tra l’altro, la necessità di proseguire nella collaborazione con Rfi, volta a definire un percorso di attribuzione alla stessa della gestione della linea ferroviaria”.

L’accordo prevede Gruppi di lavoro che avranno il compito di analizzare le condizioni necessarie per il futuro subentro di Rfi. Entro 180 giorni i gruppi renderanno disponibili i risultati di ricognizione congiunta dello stato di manutenzione dell’infrastruttura e degli interventi programmati. Sarà al contempo individuato il personale della Fuc adibito e funzionale alla gestione della linea, che transiterà alle dipendenze di Rfi, e le relative modalità del passaggio e definito e quantificato l’ammontare dei costi di gestione dell’infrastruttura e la cui copertura sarà garantita da un contratto di programma, dal gettito del pedaggio e da eventuali altre fonti. 

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori