Home / Cronaca / Furto con spaccata al negozio di telefonia, presi due ragazzi

Furto con spaccata al negozio di telefonia, presi due ragazzi

Sono due pordenonesi di 21 e 23 anni i responsabili del colpo messo a segno giovedì notte in piazza Risorgimento

Furto con spaccata al negozio di telefonia, presi due ragazzi

Sono stati individuati i responsabili del furto con spaccata commesso nella notte di giovedì 10 giugno in piazza Risorgimento, a Pordenone, ai danni del K2 Phone Center & Internet Point. Questa mattina, infatti, gli agenti della Squadra Volante della Questura hanno eseguito la perquisizione delegata dalla locale Procura della Repubblica nei confronti di due giovani pordenonesi, residenti in città, rispettivamente di 21 e 23 anni, indagati per furto aggravato in concorso.

Alle 3.06 di giovedì era arrivata alla Sala Operativa una richiesta d’intervento in seguito al colpo. La vetrata del negozio era stata sfondata con una spallata e, contattato il titolare, i poliziotti avevano constatato l’ammanco di circa 800 euro, custoditi all’interno di un cassetto del bancone.

Sul posto, è intervenuta anche la Polizia Scientifica per i rilievi tecnici. Gli agenti hanno quindi effettuavano una ricognizione a più ampio raggio delle attività commerciali presenti in piazza Risorgimento, verificando come, poco prima, verso le 2 di notte, c’era stato un tentativo d’intrusione all’interno dell’attiguo Bar Tiffany, non andato a buon fine.

Sono quindi state acquisite e visionate le immagini registrate dalle telecamere del negozio che hanno permesso d’individuare i due giovani; mentre uno faceva il “palo”, l’altro era intento a sfondare la vetrina con spallate e calci. I poliziotti, inquadrando meglio i volti, hanno riconosciuto di due ventenni, già noti per segnalazioni a vario titolo in materia di ubriachezza molesta e reati contro il patrimonio.

Dopo la denuncia, il Pubblico Ministero titolare dell’indagine ha disposto la perquisizione personale e locale, che ha permesso di sequestrare diversi oggetti riconducibili al colpo.

Il Questore Marco Odorisio sottolinea l’elevata capacità delle Volanti che, nel giro di pochissime ore, sono riuscite a chiudere il caso. “Un plauso e un ringraziamento ai poliziotti, che hanno saputo ascoltare il territorio, dimostrando di conoscere dinamiche e soggetti, dando così una risposta immediata ai cittadini”.

“Non esiste un problema piazza Risorgimento”, ha poi detto il Questore. “L’attività di oggi, caratterizzata da tempestività e immediatezza in termini di risposta dei dispositivi di sicurezza, fa sì che eventuali problematiche vengano disinnescate sul nascere, evitando le conseguenti derive in termini di criticità”.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori