Home / Cronaca / Giallo di Trieste, nulla osta per la sepoltura di Liliana Resinovich

Giallo di Trieste, nulla osta per la sepoltura di Liliana Resinovich

I funerali della 63enne si svolgeranno in forma privata, ma non è stata ancora indicata una data

Giallo di Trieste, nulla osta per la sepoltura di Liliana Resinovich

Terminati gli esami, eseguiti nei giorni scorsi, la pm Maddalena Chergia, titolare dell'inchiesta sulla scomparsa di Liliana Resinovich, ha firmato il nulla osta con il quale autorizza la sepoltura della 63enne, scomparsa da casa un mese fa, il 14 dicembre, e ritrovata senza vita il 5 gennaio nel parco dell'ex ospedale psichiatrico di San Giovanni, a Trieste.

Secondo quanto si è appreso, i funerali si svolgeranno in forma privata, ma non è stata ancora indicata una data.

Al momento, lo ricordiamo, per la vicenda non risultano indagati. Restano, infatti, ancora da chiarire molti aspetti della tragica morte della 63enne. In base alle prime informazioni emerse dall'autopsia, Liliana Resinovich "è morta per scompenso cardiaco acuto", che potrebbe essere stato provocato per soffocamento con i due sacchetti trovati sulla testa della donna. Ma "non sono stati rilevati traumi da mano altrui atti a giustificare il decesso", ha reso noto in un comunicato il procuratore Antonio De Nicolo.

Dunque "per conoscere con attendibilità l'effettiva causa del decesso, saranno necessari gli esiti degli esami tossicologici, che non saranno disponibili prima di trenta giorni, e altre investigazioni".

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori