Home / Cronaca / Hanno percepito il reddito di emergenza Covid, ma vivevano a carico dello Stato

Hanno percepito il reddito di emergenza Covid, ma vivevano a carico dello Stato

Le Fiamme gialle di Trieste hanno denunciato 141 stranieri, ospiti di centri di accoglienza

Hanno percepito il reddito di emergenza Covid, ma vivevano a carico dello Stato

Le Fiamme Gialle di Trieste hanno scoperto e sanzionato 141 stranieri, che, ospiti di centri di accoglienza - con oneri a totale carico dello Stato - avevano indebitamente chiesto e percepito il reddito di emergenza Covid.

Il sussidio, istituito nel Decreto Rilancio del 2020, era destinato a persone in difficoltà economiche a causa dell'emergenza sanitaria. Proprio sui percettori delle misure di sostegno durante la pandemia si è concentrata l'attività della Guardia di Finanza negli ultimi mesi, in collaborazione anche con la Prefettura del capoluogo giuliano.

Dalle indagini, è emerso come i 141 stranieri, accolti in centri dislocati nell'ex provincia di Trieste a spese dello Stato, avevano ottenuto indebitamente dall’Inps, utilizzando false autocertificazioni, diverse quote mensili del reddito di emergenza (fino a un massimo di 12 mensilità, oscillanti, in base agli indicatori di reddito e patrimoniali posseduti, dai 400 agli 800 euro per rata, per un massimo, quindi, di 9.600 euro per il biennio 2020/2021). Ciò in violazione della normativa che, specificamente, escludeva dal beneficio chi soggiornava gratuitamente in strutture pubbliche.

Gli accertamenti dei finanzieri hanno consentito di ricostruire illeciti pagamenti per un importo complessivo pari a 317.940 euro. Agli stranieri è, quindi, stata contestata la violazione amministrativa per indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato, punita con una sanzione da 5.164 a 25.822 euro, per un totale massimo complessivo pari a 953.000 euro e l’avvio delle procedure per il recupero degli importi non spettanti. Ulteriori accertamenti sono in corso per individuare eventuali ipotesi di reato di competenza dell’Autorità Giudiziaria.

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori