Home / Cronaca / Ignorano la pandemia, raffica di sanzioni per una famiglia 'freak' austriaca

Ignorano la pandemia, raffica di sanzioni per una famiglia 'freak' austriaca

Viaggiavano con la figlioletta carichi di pentole e bongos, ma senza patente e mascherine: volevano fare una gita in Toscana

Ignorano la pandemia, raffica di sanzioni per una famiglia \u0027freak\u0027 austriaca

Ieri pomeriggio una pattuglia della Polizia Stradale di Udine, in servizio a Rivoli di Osoppo, ha fermato una Ford grigia targata Austria per sottoporla a controllo poiché viaggiava con un faro non funzionante. I cittadini austriaci, per altro, sono sottoposti a una normativa per l’accesso in Italia molto stringente a causa della pandemia, che prevede l'obbligo di esibire un tampone negativo.

A bordo una giovane coppia e una bambina molto piccola; viaggiavano scalzi e senza mascherine. L'auto era piena di oggetti di uso domestico (pentole e posate presumibilmente usate di recente, vestiti e coperte ecc.) oltre a diversi “Bongos”, i noti tamburi etnici tipici degli artisti di strada.

I giovani sono stati invitati dagli operatori a indossare i dispositivi di protezione e a fornire patente e documenti del veicolo. Hanno risposto che non avevano mai avuto e men che meno indossato mascherine e di non aver con sè nemmeno la patente. A quel punto i poliziotti della Stradale hanno ricapitolato ai giovani 'freak' austriaci le norme vigenti. Per tutta risposta la giovane coppia ha detto con disinvoltura di non avere la televisione e di non leggere i giornali e, dunque, di non sapere nulla delle misure anti-Covid. Erano partiti dall’Austria per “andare a fare un giro in Toscana” senza minimamente preoccuparsi di protezioni e documenti al seguito.

Verificata la mancanza di documenti, anche se la patente risultava esistente tramite verifica delle banche dati di Polizia, di fronte alle dichiarazioni, vere o meno che fossero, gli agenti hanno contestato le violazioni per la mancata esibizione di documentazione attestante l’effettuazione del tampone almeno 48 ore prima dell’ingresso in Italia e quelle per il mancato uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, oltre a quelle per il mancato possesso al seguito della patente di guida e per le anomalie del veicolo, oltre all’intimazione a lasciare il territorio nazionale.

Alla fine del controllo, l'esuberante famigliola austriaca è ripartita con l’intimazione a non proseguire il viaggio verso la Toscana e a fare rientro nel Paese d’origine, si spera con maggiore consapevolezza della situazione pandemica.

4 Commenti
michio_@hotmail.com

La famiglia freak italiana è al corrente della pandemia perché ha 3 televisioni in casa, gira nel bosco e in montagna con 2 mascherine, gel igienizzante e amuchina, ti saluta col gomito e mantiene la distanza anche dalla sua ombra. Preferisco la famiglia freak austriaca

Stiefin8

Ecco bravo, allora ospitali a casa tua...

Spoky

Avrei voluto vedere la famiglia "freak" italiana fermata dalla polizia austriaca, altro che foglio di via, si sarebbero ricordati la gitarella in Carinzia tutta la vita....

zk5699

Sempre tanto comprensivi e tanto disponibili nei confronti degli STRanieri

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori