Home / Cronaca / Infortunio a Budoia, la donna lotta tra la vita e la morte

Infortunio a Budoia, la donna lotta tra la vita e la morte

Gravissime le lesioni interne riportate dall'operaia della V&V investita da un collega alla guida di un camion aziendale

Infortunio a Budoia, la donna lotta tra la vita e la morte

Lotta tra la vita e la morte, all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, una donna di 51 anni di Roveredo, operaia della V&V di Budoia, azienda specializzata in serramenti in alluminio e pvc che opera in via I Maggio, nella zona industriale.

Questa mattina, attorno alle 9, mentre era in pausa, è stata investita da un mezzo della ditta, sul piazzale esterno allo stabilimento. La donna non si sarebbe accorta del camion, che si stava muovendo in retromarcia e nemmeno l’autista del veicolo, anche lui dipendente dell'azienda, ha notato la presenza della collega.

L’urto violento l’ha scaraventata a terra, dove non ha potuto evitare di essere schiacciata dalle gomme del mezzo. Le sue condizioni sono apparse subito gravi ai colleghi, che hanno allertato immediatamente i soccorsi. Sul posto è arrivato l’elicottero del 118 che ha trasportato l’operaia all’ospedale di Udine, dove è in condizioni gravissime: presenta vari traumi interni e la rottura del bacino.

A ricostruire le dinamiche della vicenda sono arrivati in azienda anche i carabinieri della stazione di Polcenigo, i vigili del fuoco e gli ispettori dell’azienda sanitaria 5, che hanno effettuato i rilievi sul mezzo interessato dall’incidente.

La V&V, Varnier e Varnier, opera sul territorio dal 1987 e si è trasferita da Roveredo a Budoia qualche tempo fa per ampliare il proprio stabilimento. Negli anni ha eseguito lavori nell’ambito della realizzazioni di importanti opere a livello nazionale, dal palazzetto dello sport di Cortina, all’Oval di Torino per le olimpiadi invernali del 2006, fino alla stazione ferroviaria di Rogoredo e all’aeroporto di Ciampino.

Il titolare dell’azienda e i colleghi, sconvolti da quanto accaduto, sperano e pregano per la donna.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori