Home / Cronaca / L'ex terrorista Luigi Bergamin, ideatore dell'omicidio Santoro, e Raffaele Ventura si è costituito

L'ex terrorista Luigi Bergamin, ideatore dell'omicidio Santoro, e Raffaele Ventura si è costituito

Ex militante dei Proletari Armati per il Comunismo, condannato all'ergastolo, deve scontare una pena di 16 anni e 11 mesi di reclusione

L\u0027ex terrorista Luigi Bergamin, ideatore dell\u0027omicidio Santoro, e Raffaele Ventura si è costituito

Si è costituito, a Parigi, l'ex terrorista rosso Luigi Bergamin, ex militante dei Proletari Armati per il Comunismolo stesso gruppo a cui apparteneva Cesare Battisti, e condannato all’ergastolo per l’omicidio del macellaio che militava nel Msi, Lino Sabbadin, ucciso a Mestre nel 1979. Si tratta di uno dei tre ex terroristi che, dopo gli arresti eseguiti ieri a Parigi, si era reso irreperibile.

Poche ore dopo, la notizia è stata diffusa da France Presse nel primo pomeriggio, si è consegnato alle autorità francesi anche Raffaele Ventura, esponente delle Formazioni Comuniste Combattenti. Ventura è stato condannato insieme ad altri 8 per l'omicidio del vice brigadiere Antonino Custra il 14 maggio del 1977 a Milano. L'unico latitante dei dieci ex terroristi di estrema sinistra arrestati tra ieri e oggi è Maurizio Di Marzio, ex delle Brigate Rosse che partecipò al tentativo di sequestro del poliziotto Nicola Simone, reato per il quale la prescrizione dovrebbe arrivare il 10 maggio.

Bergamin deve scontare una pena di 16 anni e 11 mesi di reclusione, in quanto ideatore dell'omicidio del maresciallo Antonio Santoro, capo degli agenti di polizia penitenziaria ucciso a Udine il 6 giugno 1978 da Cesare Battisti. Battisti commise materialmente il delitto, sparando alle spalle del maresciallo Santoro. L'8 aprile per Bergamin sarebbe scattata la prescrizione se non fosse che i termini sono stati interrotti dal magistrato di sorveglianza milanese Gloria Gambitta su richiesta del pm Adriana Blasco, che lo ha dichiarato "delinquente abituale". Bergamin si è presentato al Palazzo di Giustizia parigino accompagnato dal proprio difensore.

“Il fatto che Luigi Bergamin, l’ideologo delle Brigate Rosse e ideatore dell’omicidio, eseguito da Cesare Battisti, del comandante delle guardie carcerarie di Udine Antonio Santoro, si è costituito a Parigi, è certamente un motivo di speranza affinché giustizia sia finalmente fatta”, dichiara il Sindaco di Udine, Pietro Fontanini.

“Ora - prosegue Fontanini - l’auspicio è che il fatto di essersi costituito spontaneamente o i molti anni passati dal fatto non rappresentino in qualche modo delle circostanze attenuanti. Sarebbe un modo per concludere in farsa una tragedia i cui colpevoli sono rimasti per troppo tempo impuniti. Anche perché, se di pentimento autentico si fosse trattato, Bergamin si sarebbe costituito 43 anni fa. Troppo comodo farlo oggi, con la polizia francese alle calcagna e dopo avere tranquillamente vissuto da latitante a Parigi il proprio esilio dorato, coperto dalla rete omertosa di facoltosi amici intellettuali accecati dall’ideologia comunista”.

“Una giustizia piena e senza sconti oggi è l’unico modo per mettere la parola fine a questa tragica vicenda”, conclude il Sindaco.

 

Articoli correlati
0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori