Home / Cronaca / Ladri in due canoniche del goriziano

Ladri in due canoniche del goriziano

Primo colpo a Gradisca dove è sparita la cassaforte, furto tentato due giorni dopo a San Rocco di Gorizia

Ladri in due canoniche del goriziano

Canoniche ancora nel mirino dei malviventi. Ad essere colpite, questa volta, le case delle parrocchie del Santissimo Salvatore di Gradisca d’Isonzo e di San Rocco a Gorizia. Nel primo caso a trovare la brutta sorpresa la mattina presto il parroco, don Gilberto Dudine, sabato scorso. Circa 15mila euro i danni stimabili all’edificio cui va aggiunto il valore della refurtiva. Alcuni vicini dicono di aver udito un colpo ‘forte e sordo’ nella notte: i malviventi si sono introdotti nella canonica utilizzando un piede di porco e l’hanno usato forzando talmente tanto che hanno scheggiato il pavimento in marmo. Dopo aver rovistato negli armadi dove vengono custoditi i registri parrocchiali si sono diretti verso la cantina: lì hanno rubato la cassaforte per intero. Al suo interno qualche migliaio di euro e alcuni mazzi di chiavi dei lucchetti delle offerte delle chiese, che a breve saranno cambiate.

A San Rocco la brutta sorpresa è arrivata ieri sera durante la celebrazione della messa serale mentre il collaboratore parrocchiale monsignor Ruggero Dipiazza celebrava. A mettere a soqquadro l’intero locale sono state mani ignote, sulle quali indagano i Carabinieri di Gorizia, che, non contente di una mancata refurtiva, sono andate alla ricerca della cassaforte togliendo i quadri e sfregiandone uno col coltello, tra l’altro opera dell’artista Franco Dugo.

0 Commenti

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori