Home / Cronaca / Litiga con la compagna ed evade dai domiciliari

Litiga con la compagna ed evade dai domiciliari

Nei guai l'agente di polizia penitenziaria accusato di aver introdotto in carcere a Tolmezzo droga e telefonini

Litiga con la compagna ed evade dai domiciliari

Litiga con la compagna ed evade dai domiciliari, dove si trovava da giugno perché accusato di aver introdotto nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo cellulari e stupefacenti.

L'agente di polizia penitenziaria di 55 anni, finito nei guai per l'inchiesta sui telefonini trovati in possesso di alcuni detenuti, è stato arrestato questa mattina verso le 9.30 dai Carabinieri. L'uomo è stato subito portato per il processo per direttissima in Tribunale a Udine, dove ha ammesso di essere uscito ieri sera dopo il litigio e di essere stato fuori tutta la notte.

Al suo rientro alla casa di Raveo, però, c'erano i militari dell'Arma che lo stavano aspettando. Il giudice Daniele Faleschini Barnaba ha convalidato l'arresto del 55enne, che è stato riportato al proprio domicilio. Oltre all'evasione, dovrà rispondere anche di detenzione di strumenti atti a offendere perché trovato in possesso di un coltello a serramanico. L'udienza è prevista per l'inizio di febbraio.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori