Home / Cronaca / Maltempo, il Fvg dichiara lo stato di emergenza

Maltempo, il Fvg dichiara lo stato di emergenza

Terza giornata di allerta meteo, che si somma ai danni registrati domenica e martedì. Raffica di allagamenti nella Bassa

Maltempo, il Fvg dichiara lo stato di emergenza

Il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Protezione civile, Riccardo Riccardi, d'intesa con il governatore Massimiliano Fedriga, ha dichiarato lo stato di emergenza sul territorio regionale a decorrere da oggi conseguentemente all'urgente necessità di fronteggiare i danni derivanti dal maltempo (piogge intense e vento forte), previsto dagli allerta regionali dei giorni scorsi, e di avviare tutti gli interventi a salvaguardia della pubblica incolumità.

Nel dettaglio, dalla mattinata del 2 novembre sono giunte alla sala operativa della Protezione civile regionale le prime segnalazioni di dissesti diffusi, blackout, frane, criticità idrauliche dei corpi idrici principali e cadute di alberi lungo la viabilità regionale e comunale.

Tra le località più colpite: Taipana, Frisanco, Forgaria Sutrio e Sequals (caduta alberi); Bicinicco, Ontagnano, Sclaunicco, Martignacco, Maniago, Vito d'Asio, Colloredo e Codroipo (blackout elettrici); Rauscedo e Murlis sul torrente Meduna, Remanzacco e Premariacco sul torrente Malina (apertura del servizio di piena e chiusura guadi); Venzone e Fiumicello-Villa Vicentina (allagamento sottopassi); Nimis, Fiume Veneto, Stregna e Savogna (caduta massi); Tarcento, Torreano e Castelnovo del Friuli (fenomeni franosi rischio viabilità); Moggio Udinese (scoperchiamento di un edificio).

AGGIORNAMENTO. Alle 18 il fronte si sta spostando in Slovenia e ad alta quota arriva aria più fredda, mentre sulla fascia lagunare non soffia più lo Scirocco. Nella notte affluiranno correnti da sud-ovest ancora umide e instabili, ma non fronti organizzati. Nel pomeriggio intense piogge temporalesche hanno interessato la Bassa fino all'Isontino, con cumulati tra 30 e 60 mm in 3 ore.

EVOLUZIONE. Per la notte sono previste precipitazioni in genere moderate e discontinue, ma localmente temporalesche e più abbondanti, a est e sulla costa, con zero termico in abbassamento a 1.600 metri circa, per cui la quota neve si attesterà in genere sui 1000 metri circa. Da domattina il tempo migliorerà e in giornata sarà possibile solo qualche locale precipitazione residua. Domenica e lunedì non sono previste precipitazioni.

EFFETTI. A causa del maltempo che ha interessato la Regione, sono stati segnalati allagamenti nei comuni di Pavia di Udine, Pradamano, Cervignano del Friuli, Sagrado, Aquileia, Fiumicello Villa Vicentina, San Canzian d’Isonzo e Aiello. Caduta alberi nel comune di San Leonardo.

CORSI D’ACQUA. Prosegue il monitoraggio dei principali corsi d’acqua fino a d’ora non si segnalano criticità. Rimane chiuso il guado sul Malina in località Premariacco.

Le chiamate legate al maltempo registrate dal servizio del NUE112 sono una trentina. Da inizio evento hanno operato complessivamente 80 volontari di 35 Comuni.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori