Home / Cronaca / Nave battente bandiera panamense bloccata a Porto Nogaro

Nave battente bandiera panamense bloccata a Porto Nogaro

L'ispezione della Guardia Costiera ha evidenziato una serie di gravi irregolarità a bordo. Da marzo è la quarta nave sottoposta a fermo

Nave battente bandiera panamense bloccata a Porto Nogaro

Mercoledì 7 aprile, la Capitaneria di porto - Guardia Costiera ha ispezionato due navi straniere ormeggiate presso la banchina Margreth di Porto Nogaro, attività rientra negli ordinari controlli di routine svolti a bordo di imbarcazioni da parte degli ispettori di Port State Control.

Sul posto è stato impiegato personale militare della Guardia Costiera di Porto Nogaro e di Monfalcone, sotto il coordinamento della Direzione Marittima del Friuli Venezia Giulia. Dalle due visite effettuate, mentre a bordo di una nave sono state riscontrate solo deficienze minori, l’altra è risultata violare le principali convenzioni internazionali in campo marittimo.

Si tratta della Motonave portarinfuse Salix, battente bandiera Panamense e di 2.120 tonnellate di stazza lorda, è stata sottoposta a fermo amministrativo a causa di una serie di gravi irregolarità. Dall’ispezione a bordo è emerso un quadro generale di inadeguata sicurezza a bordo.

Scarso il livello di preparazione dell’equipaggio nello svolgere le esercitazioni necessarie per fronteggiare situazioni di emergenza come un incendio a bordo. Inoltre, gli ispettori di Port State Control hanno riscontrato irregolarità in merito ai sistemi di salvataggio e riguardo alla Convenzione internazionale Marpol che tutela dell’ambiente marino. Lacunoso, anche, il sistema di gestione della sicurezza in materia ambientale e riguardo alle condizioni di vita e di lavoro a bordo.

La nave detenuta ha potuto terminare le operazioni commerciali, ma sarà autorizzata a lasciare il porto solo quando i tecnici dei registri di classe della motonave saranno giunti a bordo e le irregolarità verranno sanate. Da marzo è la quarta nave bloccata per irregolarità nei porti della regione.

Articoli correlati
0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori