Home / Cronaca / Nevica in montagna, attenzione al rischio valanghe

Nevica in montagna, attenzione al rischio valanghe

Pericolo marcato su tutto il territorio montano regionale per le abbondanti nevicate previste, in particolare durante la notte tra martedì e mercoledì, con quantitativi che potranno superare i 50-70 cm

Nevica in montagna, attenzione al rischio valanghe

Neve in montagna, anche abbondanti, in particolare nella notte tra martedì 12 e mercoledì 13 novembre, su tutto il Friuli Venezia Giulia, e scatta il pericolo valanghe. Ecco il bollettino emesso dall'Osmer Arpa Fvg.

Previsione per mercoledì 13 novembre
Possibili valanghe a debole coesione anche di medie dimensioni dai pendi ripidi e lungo i canaloni.
Stato del manto nevoso e pericolo valanghe: Il pericolo valanghe sarà marcato su tutto il territorio montano per le abbondanti nevicate previste in particolare durante la notte tra martedì e mercoledì con quantitativi che localmente potranno superare i 50-70 cm. Oltre i 1800 m saranno possibili valanghe di neve a debole coesione di medie dimensioni ed in alcuni casi anche di grandi dimensioni lungo i canaloni e pendii ripidi a tulle le esposizioni. Sempre oltre tale quota il distacco provocato di valanghe sia a debole coesione che a lastroni soffici sarà possibile già con debole sovraccarico, in particolare sotto le creste e le forcelle e lungo i pendii più ripidi a tutte le esposizioni. Grado di pericolo previsto: 3 (marcato) su tutto il territorio montano.

Previsione per giovedì 14 novembre
Stato del manto nevoso e pericolo valanghe: Oltre i 1800 m il pericolo sarà ancora marcato ovunque per la possibilità di valanghe sia a debole coesione che a lastroni soffici, di medie e grandi dimensioni dai pendii e dai canaloni non ancora scaricati a tutte le esposizioni. Sempre oltre tale quota e a tutte le esposizioni il distacco provocato di valanghe a lastroni potrà avvenire anche con debole sovraccarico in particolare nelle zone di maggior accumulo da vento situate sotto le creste e le forcelle più ripide. Grado di pericolo previsto: 3 (marcato) su tutto il territorio montano.

0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori