Home / Cronaca / No alla procreazione assistita per le coppie gay

No alla procreazione assistita per le coppie gay

Lo ha stabilito la Corte costituzionale, sui casi sollevati dai Tribunali di Pordenone e di Bolzano

No alla procreazione assistita per le coppie gay

Non è illegittimo il divieto di procreazione medicalmente assistita imposto della legge 40 alle coppie dello stesso sesso. Lo ha stabilito oggi la Corte Costituzionale, riunita in camera di consiglio per discutere le questioni sollevate dai Tribunali di Pordenone e di Bolzano. Il tema era appunto quello della legittimità costituzionale della legge 40 del 2004 là dove vieta alle coppie omosessuali di accedere alla fecondazione assistita.

In attesa del deposito della sentenza, l’Ufficio stampa della Corte fa sapere che, al termine della discussione, le questioni sono state dichiarate non fondate. La Corte ha ritenuto che le disposizioni censurate non siano in contrasto con i principi costituzionali invocati dai due Tribunali.

Articoli correlati
0 Commenti

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori